Martedì, 17 Ottobre 2017
$ £

“Uno straordinario esempio di continuo ribaltamento fra essere e apparire, fra immaginario e realtà”. Con queste parole Jean-Paul Sartre descriveva Le serve (Les bonnes) di Jean Genet, una delle sue opere più famose. Genet con il suo teatro ha indubbiamente rivoluzionato la forma stessa della tragedia moderna.
Scritto nel 1947 ed ispirato ad un evento di cronaca che impressionò enormemente l’opinione pubblica francese, Le serve è considerato uno dei suoi capolavori, una perfetta macchina teatrale in cui il gioco del teatro nel teatro è svelato per mettere a nudo, in modo straordinario, la menzogna della scena, con una struttura che scava nel profondo.

Add a comment

Dal 20 al 21 ottobre al Teatro Furio Camillo è in cena "Due donne di provincia”, testo scritto da Dacia Maraini nel 1973, di incredibile e struggente attualità. Lo spettacolo è diretto da Anastasia Astolfi, in scena con Monica Guazzini.
È la messa in scena di una forte complicità tra due donne, per una volta libere dai ruoli di mogli e madri, un serratissimo dialogo dove, sotto l’apparenza di un gioco, emergono i ricordi, le confidenze, le angosce, i sogni delle protagoniste, Magda e Valeria.

Add a comment

“È tutta una vita che si sperimenta il teatro in carcere ma, per la prima volta, proveremo a portare il carcere in teatro. Due celle, due detenuti che affrontano l’inferno carcerario, spesso luogo senza senso, che si trasforma in una palestra del crimine. Non una favola nera, poiché in carcere, iniziando con la lettura de La tempesta di Shakespeare, entrerà la forza salvifica dei libri e i due protagonisti cominceranno una vera e propria revisione critica, abbandonando gradualmente quegli atteggiamenti e linguaggi che li avevano portati a perdersi”. (Salvatore Striano

Add a comment

L’artigiano della scena, Riccardo Caporossi, ci riceve nel suo “teatro da camera”, tra storie, romanzi fatti a pezzi, commedie, scherzi, trucchi, per raccontare l’uomo attraverso la metafisica purezza della marionetta. Con IL TEATRO DA CAMERA DI CAP, un progetto speciale Mibact, realizzato in collaborazione con il Teatro di Roma – Teatro Nazionale, in scena dal 20 al 29 ottobre al Teatro India, l’artista offre un’opera in tre movimenti: Immagine scomposta, Marionette, Così … vi pare, per restituire al pubblico la sua poetica, il suo modo e il suo mondo minimale, da raffinatissimo artigiano qual è, fra gioco, visioni, magie, sorprese, poesia visiva.

Add a comment

Pubblicità La Platea

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori