Venerdì, 24 Gennaio 2020
$ £

Il racconto vissuto in prima persona di un rapporto d'amicizia con l'iconoclasta che, nella seconda metà del novecento, ha cambiato la danza.

"Il lavoro di  Pina Bausch mi sembra di

ripulitura, cioè un lavoro fatto, secondo la

definizione classica della scultura, per levare,

proprio per attraversare la nuvola delle parole"

(Edoardo Sanguineti su Pina Bausch)

 

La critica, saggista e giornalista Leonetta Bentivoglio torna con i ricordi alla fine degli anni '70; la sua tesi di laurea su "La Danza Moderna" pubblicata (e poi più volte ristampata) dall'editore Longanesi, di come fosse l momento giusto perché uscisse un testo del genere in Italia e di come gli abbia aperto le porte del giornalismo, di come circolasse "forsennatamente per l'Europa (e non solo)  in cerca di Pina, della quale non sapevo ancora nulla" e di come il loro incontro (nel 1981)  alla Schauspielhaus di Wuppertal abbia fatto nascere la scintilla di una grande amicizia protrattasi fino alla morte della rivoluzionaria ballerina e coreografa.

Add a comment

Soltanto un poeta poteva compiere oggi l'azzardo di una lode del mondo, basata sull'immaginazione e sulla sensibilità. Tornando alla forma già sperimentata del poemetto, Franco Marcoaldi sviluppa un flusso verbale dal ritmo incalzante che orchestra i temi della vita quotidiana e dello spirito in un rimando continuo dall'universo naturale al mondo storico, dall'autobiografia alla letteratura in una libera e viva scorribanda nei territori del pensiero analogico. 

Add a comment

Nell’ambito del programma di attività e spettacoli del progetto ROMA PER EDUARDO che il Teatro di Roma dedica all’opera del grande maestro del nostro teatro, venerdì 13 febbraio (ore 17.30) nella Sala Squarzina del Teatro Argentina si terrà la presentazione del volume EDUARDO DE FILIPPO. Scavalcamontagne, cattivo, genio consapevole (Ediesse) di Italo Moscati. 

Con l’autore dialogano il direttore  Antonio Calbi e lo storico Lucio Villari, con l’intervento di Toni Servillo. Segue la proiezione del cortometraggio Eduardo e un tram che si chiama desiderio (15’) di Italo Moscati. 

Add a comment

Mercoledì 11 febbraio nella Sala Squarzina del Teatro Argentina (ore 21.00) si terrà la presentazione del volume Bravo lo stesso! Il teatro di Piera Degli Esposti di Manuel Giliberti (Lombardi Editori). La storia, l’amore per il teatro e il racconto della carriera di Piera Degli Esposti saranno i protagonisti dell’incontro a cui prenderanno parte l’editore e l’autore del volume, insieme agli interventi di Dacia Maraini, Emilia Costantini e Simone Nebbia. A leggere alcuni brani durante la serata sarà Clara Galante.

Add a comment

 

Stanza a tre

Vincitore terza edizione concorso #inplatea

10/11 dicembre 2019- teatro Trastevere (Roma)

 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori