Domenica, 21 Luglio 2019
$ £

Le migliori uscite in libreria tra il 12 e il 25 marzo.Le novità librarie da non perdere

Quando si termina di leggere un libro oltre alla gioia per il finale si prova anche un po’ di tristezza perché il sogno finisce o perché l’epilogo non ci è molto piaciuto. Nasce però allo stesso tempo, dentro di noi, il dubbio su cosa leggere adesso, un dubbio attanagliante che noi possiamo aiutarvi a dissipare. 

Qui potete trovare libri per ogni esigenza e ogni gusto. Allora perché sforzarvi di andare in libreria? Seguiteci e vi aiuteremo a scegliere il libro giusto per voi!

Qualcuno potrebbe dire che è bello trascorrere del tempo in libreria immersi tra i libri ed è una giusta affermazione. Con il nostro aiuto però potrete trascorrere del tempo in libreria con le idee più chiare, soffermandovi solo su alcuni libri e sfogliandoli in tranquillità.

Ecco a voi i sette libri selezionati!

 

Per gli appassionati di gialli: Le parole di Sara di Maurizio De Giovanni, edito da Rizzoli.

 

Due donne si parlano con gli occhi. Conoscono il linguaggio del corpo e per loro la verità è scritta sulle facce degli altri. Entrambe hanno imparato a non sottovalutare le conseguenze dell'amore. Sara Morozzi l'ha capito molto presto, Teresa Pandolfi troppo tardi. Per amore, Sara ha rinunciato a tutto, abbandonando un marito e un figlio che ha rivisto soltanto sul tavolo di un obitorio. Per non privarsi di nulla, Teresa ha rinunciato all'amore. Trent'anni dopo, Sara prova a uscire dalla solitudine in cui è sprofondata dalla scomparsa del suo compagno, mentre Teresa ha conquistato i vertici dell'unità. Ma questa volta ha commesso un errore: si è fatta ammaliare dagli occhi di Sergio, un giovane e fascinoso ricercatore. Così, quando il ragazzo sparisce senza lasciare traccia, Sara, la donna invisibile, torna sul campo...

 

Per gli estimatori dei romanzi: Sette ragazze imperdonabili. Un libro d’ore di Maria Antonietta Rizzoli editore

“Questo libro è un omaggio alle mie sorelle maggiori. Che cosa mi hanno insegnato? Ad accettare i miei spigoli, la mia complessità, ma anche le mie risorse interiori. Ad avere fiducia e a non sentirmi in colpa se ho molti desideri.”C’è Emily, che vive in una casa racchiusa tra le siepi di gelsomino, con la compagnia dei libri in camera e le stelle, in alto, a insegnarle la fedeltà. C’è Jeanne, che cavalca tra i boschi di Lorena per andare incontro al suo destino. C’è Antonia, che tutti chiamano debole, eppure sa scalare le montagne; e c’è Cristina, radicale e inflessibile, che cerca tra le rose il suono della verità. Poi Etty, governata da una forza segreta, e Sylvia, “una Marilyn che scrive poesie”. Infine Marina, che vive in un deserto di ghiaccio, ma darebbe fuoco al mondo per riscaldarsi l’anima. Sono loro, le ragazze imperdonabili. Donne che hanno scelto di non conformarsi e di non compiacere nessuna aspettativa

 

Come l’aria che respiri di Depontes Peebles Frances edito da DeA Planeta Libri

 

Brasile, anni Trenta. Dores, orfana di nove anni, magra e perennemente affamata, lavora come sguattera nella cucina di una piantagione di zucchero. Graça, figlia del ricco proprietario, è intelligente, viziata e sempre pronta a trasgredire le regole. Nate in mondi che non potrebbero essere più distanti, Dores e Graça si legano l'una all'altra grazie a un'affinità misteriosa e alla passione per la musica. Una canta come un usignolo, l'altra sente affiorare dentro parole e melodie. La musica sarà la loro lingua comune, la ragione del loro successo e della loro rivalità, terreno accidentato ed esaltante di tradimenti, trionfi, cadute vertiginose: l'unica via di scampo di fronte a un cammino apparentemente già scritto. 

 

Tra i saggi: Schadenfreude. La gioia per le disgrazie altrui di Tiffany Watt Smithedito da Utet libri

«La sfortuna degli altri è dolce come il miele», dice un antico proverbio giapponese, mentre i soliti, pragmatici tedeschi l’hanno detto con una parola sola: Schadenfreude, “la gioia per le disgrazie altrui”.

Tiffany Watt Smith prosegue la mappatura dell’Atlante delle emozioni umane, e stavolta si sofferma su una singola bizzarra emozione, che Nietzsche definiva la «vendetta dell’impotente» mentre per Schopenhauer era l’«indizio più infallibile di un cuore profondamente cattivo». Sebbene sia così diffusa, la Schadenfreude è infatti da sempre un vero rompicapo: come funziona, a che cosa serve e, soprattutto, dobbiamo vergognarcene o no? In un’epoca di scontri politici e rabbia populista, di gogne pubbliche a colpi di tweet e autopromozione a base di selfie, studiare la Schadenfreude significa ripensare completamente la gelosia e l’invidia, forse i veri motori segreti del mondo.

 

Fata e strega. Conversazioni su televisione e società. Di Carlo Freccero e Filippo Losito, Edizioni Gruppo Abele

Una conversazione appassionata e pungente nella quale Carlo Freccero racconta l’evoluzione del rapporto tra comunicazione pubblica, cultura e società. Un viaggio che ha per protagonista la televisione e che parte dalla Tv degli sceneggiati e del maestro Manzi per arrivare sino a quella dei format, dei reality e al sistema dei social.

«La televisione pedagogica voleva farci tutti colti, la Televisione commerciale tutti ricchi, la Televisione digitale ci rende tutti influencer. E le nostre aspirazioni si sono allineate al modello di televisione prevalente, riscrivendo secondo quel modello le nostre biografie».

 

Per i ragazzi : Che bella parola! Parole di ieri e di oggi, di Marella Nappi Einaudi Ragazzi

L'italiano è una lingua formidabile. Ha parole che sembrano semplici e nuove di zecca. Come divertimento, fantasia e baccano, che invece sono antiche, hanno vissuto mille vite e passato infinite avventure, a volte sono lunghe solo due o tre sillabe: anima. Ma attenzione a non farsi ingannare: in realtà sono spesse come libri. Vale quindi la pena di sfogliarle in compagnia di questa guida illustrata. Steso sulle parole come su un tappeto volante, la maggior parte delle volte il lettore verrà catapultato tra la Grecia Antica e l'Urbe. A conoscere la sfortunata signorina Eco, che per punizione fu costretta a ripetere sempre le ultime parole che le venivano rivolte... O a bofonchiare «bar bar» tra i barbari ribelli. Questo libro, insomma, è un invito al viaggio. Un viaggio nella memoria, per ampliare i propri orizzonti e avere una maggiore consapevolezza dell'identità di chi usa le parole oggi e di chi le ha usate ieri.

Tra le autobiografie:

#Cucitialcuore: Diario di un padre fortunato  di Francesco Cannadoro, Ultra editore

 

Questa è un’epica battaglia contro il drago. Non pensate però di leggere di cavalieri, principesse, spade magiche e destrieri leggendari. Francesco è un ragazzo di 36 anni, cresciuto senza genitori, che sogna da sempre di avere finalmente una famiglia tutta sua. Tommi è quel sogno che ha preso forma. È suo figlio, quella sicurezza del cuore che adesso, pensava, nessuno gli avrebbe più tolto. Poi, invece, è arrivato il drago. Il piccolo Tommi è nato affetto da una patologia sconosciuta e degenerativa. Il suo cervelletto si atrofizza lentamente, compromettendo lo sviluppo psicomotorio. Cosi Francesco nel 2016 ha aperto una semplice pagina Facebook nel tentativo di raggruppare persone che ne sapessero più di lui sulla disabilità e lo aiutassero a capire. Poi ha cominciato a condividere tutte le informazioni raccolte con chiunque si unisse alla sua avventura. È nato così il sito e il progetto Tommigiornale, che dà voce ad altre famiglie che affrontano simili battaglie.

 

Speriamo con questa lista di avervi aiutato a chiarirvi le idee e che abbiate trovato il libro giusto per voi o per chi vi sta a cuore.

Questi per noi sono i libri migliori usciti negli ultimi quindici giorni e ve li consigliamo. Continuate a seguirci e tra due settimane vi proporremo altri fantastici libri in cui immergervi e sognare.

Buona lettura!

 

 

Debora Fusco

26 marzo 2019

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori