Sabato, 25 Gennaio 2020
$ £

Il progetto TEATRO FA GRANDE. Spettacoli e progetti per spettatori da 0 a 99 anni prosegue con gli appuntamenti dedicati al teatro ragazzi che dal 4 febbraio (ore 19) al Teatro India vedrà in scena la storia di uno straniero, di un viaggiatore che non ha nome, o di chiunque si sia perso, almeno una volta, in una grande città, in un altro paese o in se stesso. IL GRANDE VIAGGIO è lo spettacolo di Alessandro Serra che racconta di un piccolo eroe che si muove alla ricerca di un luogo migliore e, come nelle fiabe, il suo viaggio sarà anche un viaggio iniziatico, un passaggio necessario alla vita e alla crescita. 

Add a comment

La Stagione di Progetti 14-15 firmata dal direttore Antonio Calbi continua il percorso dedicato all’universo shakespeariano portando sul palcoscenico del Teatro India l’Amleto burlesco della giovane compagnia Punta Corsara, rivelazione degli ultimi anni, che dal 3 all’8 febbraio presenta HAMLET TRAVESTIE da John Poole e Antonio Petito a William Shakespeare.

Un Amleto partenopeo che, dall’incontro della riscrittura burlesque settecentesca di John Poole con il Don Fausto di Antonio Petito, trasporta le vicende shakespeariane nei contrasti e nella lotta alla sopravvivenza quotidiana della Napoli dei nostri giorni. Una farsa amara e ironica che la regia firmata da Emanuele Valenti restituisce nell’affresco vivido e urticante della famiglia Barilotto, che inscena la tragedia del Bardo per guarire il figlio che si crede il Principe Amleto.

Add a comment

In una metropoli non ben definita, una misteriosa coppia di amanti fa ritorno a casa, quando mancano ormai poche ore all'alba. I due hanno trascorso la notte in un elegante e affollato locale alla moda. Nel viaggio, in auto, mentre attraversano strade spettrali e complanari deserte, danno vita ad un duello cinico e serrato; parole di miele ed atropìna si susseguono rapide: il presente si ridisegna inatteso, trasfigurato da fasci di luce che tolgono il respiro.

Add a comment

Mettere in scena un testo di Moliere significa per prima cosa porsi il problema della traduzione e scegliere la traduzione di Cesare Garboli per “Le intellettuali” significa scegliere già una chiave di lettura critica del testo. Garboli ci induce a sottolineare e ad esasperare i rapporti dei personaggi usando un linguaggio diretto, a tratti violento, evitando sdolcinature. Certamente Moliere non usa il fioretto nel raccontare gli intrighi del testo de “Le intellettuali” che si snoda intorno alle tormentate nozze di Clitandro ed Enrichetta.

Add a comment

 

Stanza a tre

Vincitore terza edizione concorso #inplatea

10/11 dicembre 2019- teatro Trastevere (Roma)

 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori