Su questo sito utilizziamo cookie, se vuoi saperne di più clicca qui. Premendo il pulsante rosso, invece, presti il consenso.

Arte

 

Seguici su Facebook

#arte


Dal 27 luglio il Complesso del Vittoriano - Ala Brasini ospita la mostra EPOS. CHAO GE. La lirica della luce, esaustiva antologica dedicata all'artista cinese Chao Ge.
Sotto l'egida dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, promossa e organizzata da Segni d'Arte in collaborazione con Uniarts, l'esposizione ha ottenuto il patrocinio di Roma Capitale, della Regione Lazio e dell'Ufficio Culturale dell'Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese.
Nata da un desiderio del Maestro Chao Ge, Professore all'Accademia Centrale di Belle Arti di Pechino, condiviso dall'artista Ma Lin, da Nicolina Bianchi, critico d'arte, editore e direttore responsabile di Segni d'Arte, e da Giancarlo Arientoli, antropologo e art director di Segni d'Arte, la mostra è curata da Claudio Strinati, noto storico dell'arte, e dalla stessa Nicolina Bianchi.

Recensione della mostra I volti dell'Opera vistabile all'AMO Arena Museo Opera di Verona fino al 3 settembre 2017

 

Se vi trovate in vacanza nella città di Verona e siete appassionati di opera lirica, non dovete perdere assolutamente l'occasione di visitare AMO Arena Museo Opera situato a Palazzo Forti. Qui potrete ammirare, attraverso una mostra permanente, la fatica, l'impegno e la volontà che si "nascondono" dietro la preparazione di uno spettacolo che poi vi incanterà all'Arena.

#arte

Alla Fondazione Villa Bertelli, Marco Nereo Rotelli con la mostra Capanno al mare in blu verbale, a cura di Guido Andrea Pautasso e organizzata dall'associazione culturale Art Project (catalogo Edizioni Franche Tirature), espone un percorso trentennale di creazioni artistiche realizzate a Forte dei Marmi, portando alla luce il vero spirito di questo luogo magico e fuori dal tempo.

A ispirare a Rotelli, uno dei più grandi rappresentanti dell'arte contemporanea italiana, il titolo della mostra è stata la poetica figurativa del pittore Carlo Carrà. In particolare Rotelli si è lasciato catturare da una serie di tele, intitolate Capanni al mare, dove Carrà ha saputo rendere visibile la sua grande sapienza compositiva e cromatica dipingendo capanni solitari, posati sulla spiaggia come se fossero delle colorate divinità metafisiche colorate. E Rotelli ha preso possesso della forza del colore blu con cui erano dipinti alcuni di quei capanni, lo ha reso attuale, moderno, vivo, palpitante e lo ha posto al centro del suo agire artistico.

#arte

L'amore è importante, indispensabile, e dà un senso alla vita. All you need is love, canzone storica dei Beatles, fu cantata per la prima volta ad Our World, il primo programma televisivo in diretta planetaria. Fu trasmessa il 25 giugno 1967, esattamente cinquanta anni fa, via satellite in ventisei nazioni, e fu vista, secondo alcune fonti, da 350 milioni di persone.
Canzone iconica, traccia storica e culturale di una rivoluzione musicale e artistica che avrebbe cambiato tutto nell'arco di pochi anni. John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr cantavano non solo l'amore, ma anche l'uguaglianza. Messaggio che fu ripreso da John Lennon in Imagine. Un messaggio che divenne veicolo di arte, di bellezza, di pace. Oggi, a cinquant'anni dalla hit, una mostra collettiva omaggia i Beatles, la loro musica, la loro arte, attraverso la pittura e la scultura.

#arte

Dal 16 giugno al 13 luglio la Galleria Varsi presenta "Quièreme", la prima mostra personale romana dell'artista argentino Nicolás Romero Escalada aka Ever.
"Quièreme" interpreta la Transverberazione, un'estasi mistica di tipo cristiano, in una chiave contemporanea, interroga le tensioni dell'uomo moderno ed esorta lo spettatore a "ex-sistere". L'artista trasforma la Galleria Varsi in spazio estatico, erotico e sacro: umano. Uomini e donne rapiti da entità sconosciute popolano le opere, costringono i loro corpi ad attendere immobili che l'anima sottratta, ora in volo verso l'oggetto amato, ritorni.
E' a partire dal concetto di estasi inteso in senso cristiano dai cui parte la riflessione di Ever, il quale interroga le coordinate dell'"altrove" che l'estatico arriva a conoscere e immagina di farne esperienza.

loading...