Sabato, 24 Ottobre 2020
$ £

Alessandra Mortellitti ci parla di "Crollasse il mondo"

Alessandra Mortellitti, autrice di Crollasse il mondo, in scena al teatro Ambra alla Garbatella dal 17 al 22 febbraio 2015, parla ai nostri microfoni dello spettacolo.

 

Quali sono le emozioni che provi quando una delle tue opere viene messa in scena?

Ogni spettacolo mi lascia delle emozioni fortissime, non solo perché sono il concretizzarsi di ciò che si è creato ma perché aprono delle suggestioni che fanno riflettere ancora di più sul lavoro che si è svolto.

 

 

Cosa cerchi di mettere in scena con i testi che scrivi?

Cerco principalmente di raccontare qualcosa di vero. Amo le storie che siano in grado di delineare dei percorsi, che abbiano un inizio e una fine, che siano in grado di far crescere lo spettatore nell’arco di un racconto di poche ore. In poche parole cerco di dar vita a spettacoli che siano in grado di formare e far pensare.

 

Cosa credi che serva al teatro oggi?

Credo che serva maggior fiducia per i giovani. Ce ne sono tanti capaci e in grado di fare delle cose veramente buone ma non vengono spesso presi in considerazione.

 

Sulle nostre pagine qualche giorno fa è stata mossa una critica nei confronti dei produttori che spesso non hanno il coraggio di azzardare in tal senso preferendo progetti che, seppur appoggiati da grandi nomi, alla fine non danno grandi risultati; te cosa ne pensi?

Sì credo che da parte dei produttori c’è poca voglia di mettersi in gioco e di scommettere su qualcosa di nuovo, come dicevo prima ci sono tanti giovani capaci che se inseriti nel giusto progetto possono far molto.

 

Parlaci un po’ dello spettacolo in scena al teatro Ambra alla Garbatella.

Una storia di solitudini con un imprevisto riscatto finale, al limite dell’onirico. Ci sono due protagonisti, Luisa e Reginaldo che vivono in due mondi distanti e separati, due meteore che per caso gravitano attorno alla stessa orbita e, inevitabilmente, si scontrano. Sono due personaggi ai margini della società che si incontrano per caso in occasione di un concorso per sosia di cantanti famosi, da quel momento scaturiranno una serie di eventi che salderanno le loro vite in un destino comune.

 

Un’ultima domanda, ci dai un buon motivo per venire a vedere questo spettacolo?

Te ne dò tre. Il primo è un crocifisso psichedelico. Il secondo è la canzone true blood di Madonna e il terzo è che ci sarà tanto sangue!

 

 

Enrico Ferdinandi

18 febbraio 2015

 

Informazioni

 

Teatro Ambra alla Garbatella - Roma

17-22 febbraio 

CROLLASSE IL MONDO

di Alessandra Mortelliti

Regia di Massimiliano Farau

Con Alessandra Mortelliti e David Coco

Tecnicismi Francesco Traverso

Scene Fabiana Di Marco

Disegno luci Camilla Piccioni

Costumi Ilaria Albanese

Produzione Esecutiva Organizzazione Generale Annalisa Gariglio

Ufficio Stampa Emanuela Rea

Foto di scena Francesco Pergolesi

Visual Effects Vittorio Sodano

Responsabile amministrativa Anna Damiani

Assistente di Produzione Lavinia Mochi

Coreografie Mauro Leonardi

Runner Luigi Ruggiero Malagnini

Sarta di compagnia Nuria Pozas 

 

Trasporti Daniele Torracca -Sartoria D’Inzillo

 

produzione 15Lune in coproduzione con Artisti Riuniti

 

Stanza a tre

Vincitore terza edizione concorso #inplatea

10/11 dicembre 2019- teatro Trastevere (Roma)

 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori