Mercoledì, 30 Novembre 2022
$ £

"Caravaggio è doppiamente contemporaneo. È contemporaneo perché c'è, perché viviamo contemporaneamente alle sue opere che continuano a vivere; ed è contemporaneo perché la sensibilità del nostro tempo gli ha restituito tutti i significati e l'importanza della sua opera. Non sono stati il Settecento o l'Ottocento a capire Caravaggio, ma il nostro Novecento. Caravaggio viene riscoperto in un'epoca fortemente improntata ai valori della realtà, del popolo, della lotta di classe. Ogni secolo sceglie i propri artisti. E questo garantisce un'attualizzazione, un'interpretazione di artisti che non sono più del Quattrocento, del Cinquecento e del Seicento ma appartengono al tempo che li capisce, che li interpreta, che li sente contemporanei. Tra questi, nessuno è più vicino a noi, alle nostre paure, ai nostri stupori, alle nostre emozioni, di quanto non sia Caravaggio." 

È su questa citazione di Vittorio Sgarbi che s’innesta l’idea di un’inedita simmetria con l’intellettuale Pier Paolo Pasolini (Bologna;1922 / Lido di Ostia;1975). Pasolini e Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio (Milano;1571 / Porto Ercole;1610), seppur su piani differenti, innescarono roventi polemiche attraverso le loro modalità artistiche, e di vita, divenendo interpreti di nuove realtà spesso non comprese dai coevi, e dai posteri.

Add a comment

Il 10 dicembre 2022 alle 17.00, a Chianni, presso il ‘Piccolo Teatro’, si terrà, nell’ambito del 6° Opera festival, un omaggio a Renata Tebadi ed Ettore Bastianini intitolato: LE STELLE DELLA LIRICA.

Si tratta di una iniziativa organizzata dall’associazione Castrum Clani, che vuole celebrare il centenario dalla nascita di questi due grandi interpreti del melodramma, che conta sulla direzione artistica  del baritono Giancarlo Ceccarini, che sarà uno  dei protagonisti della serata.

Accanto a lui si esibiranno prestigiose voci della scena nazionale ed internazionale: Simone Piazzola, reduce dai  freschi successi americani in ‘La Traviata’; Alberto Mastromarino, da poco Scarpia a Messina e Catania; Martina Barreca, soprano dal repertorio estremamente raffinato e che recentemente ha collaborato con I Solisti Veneti; Cristina Ferri, protagonista di una carriera internazionale di grande prestigio e vincitrice, fra gli altri riconoscimenti ricevuti, del premio Giuseppe Di Stefano; Anna Valdetarra, che vanta  la partecipazione a spettacoli di grande successo nel corso di una prestigiosa carriera trentennale; la voce mezzosopranile  verrà rappresentata da Isabella Messinese, recente protagonista della Messa da Requiem di Mozart a Lucca; il  tenore Giorgio Misseri, che ha da poco inaugurato la stagione di Genova con ‘Beatrice et Benedict’; Alessandro Ceccarini, basso molto attivo e che ha brillato la scorsa estate al Festival Pucciniano di Torre del Lago.

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori