Giovedì, 25 Aprile 2019
$ £

Duccio Camerini presenta per la prima volta all’OffOff Theatre, dal 12 al 14 aprile, l’adattamento teatrale dell’intera opera di Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto (À la recherche du temps perdu), vestendo gli abiti dell’autore e dei personaggi che gli ruotano intorno, immerso in scenografie digitali firmate dal video designer Stefano Di Buduo e diretto da Pino Di Buduo.

Duccio Camerini e Pino di Buduo prendono il più lungo libro mai scritto (composto da 7 libri: La strada di Swann, All’ombra delle fanciulle in fiore, I Guermantes, Sodoma e Gomorra, La prigioniera, La fuggitiva, Il tempo ritrovato) e ne traggono un racconto fulminante, un viaggio dell’io, una storia che è anche un’enciclopedia di storie, un punto di vista su com’è fatto – e come dovrebbe essere fatto - il mondo.

Add a comment

Al Teatro della Forma di Roma è in scena, dal 10 al 14 aprile, lo spettacolo La notte dell’iguanadiretto da Tina Agrippino, che vede la partecipazione straordinaria di Antonio Ferrante, nel ruolo del poeta Jonathan Coffin. Sul palco protagonisti anche Rosa Maria Marcucci, Ugo Andrea Santangelo, Sergio Mandato, Angelo Tria, Carmela Giannella, Francesco Buonocore, Maria Stefania Pederzani, Anna Lucia Santoni, Elettra Naso. La voce è di Eunice Naso.

Add a comment

Dopo Il Signor Odio, portato in scena lo scorso febbraio da La Siti - Teatro Stabile di Roma per un incredibile successo di pubblico e critica, Stefano Benni propone - in prima nazionale - al Teatro Anfitrione lo spettacolo Ululuna che lo vede interprete e in parte autore. In scena dal 9 al 14 aprile.

Ululuna è una veduta d'interni sull'opera di uno dei massimi autori del Novecento: Cortazar. Alla regia Jacopo Neri, scelto dal maestro Benni per rappresentare la sua idea di Cortazar. Neri, classe ‘95, giovanissimo, ha già all’attivo una lunga lista di riconoscimenti e premi (come l’ultimo Hystrio 2018).

Add a comment

Venerdì 12 e sabato 13 aprile (ore 20) al Teatro Torlonia va in scena il monologo dedicato a Pio La Torre, sindacalista e politico siciliano ucciso dalla mafia a Palermo il 30 aprile 1982, ora protagonista dello spettacolo PIO LA TORRE, ORGOGLIO DI SICILIA, tratto dall’omonimo atto unico di Vincenzo Consolo. Un affresco della sua vita, dalla strage di Portella della Ginestra all’assassinio insieme al compagno Rosario Di Salvo, per ripercorrere alcune pagine cruciali della storia siciliana e italiana del secondo dopoguerra.

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori