Lunedì, 14 Giugno 2021
$ £

Recensione del libro Scrittori e amanti di Lily King edito da Fazi editore, casa editrice romana che prende il nome dal suo ideatore e promotore Elido Fazi.

 

Scrittori e amanti è un libro che ha messo d’accordo pubblico e critica, un opera che offre catarsi, speranza che mostra uno spaccato di una generazione, i trentenni che cercano il loro posto nel mondo.

Vediamo di cosa parla il libro: 

Casey è una ragazza di trent’anni che ha fatto un patto con se stessa: non pensare ai soldi e al sesso, almeno al mattino. Appassionata di letteratura e aspirante scrittrice, si è indebitata pesantemente per pagarsi gli studi e ora si ritrova a vivere in una piccola stanza ammuffita e a lavorare come cameriera. Rimane però aggrappata al sogno che quasi tutti i suoi vecchi amici hanno ormai abbandonato e, con ostinata determinazione, ogni mattina scrive. Di recente ha perso la madre, con la quale aveva un rapporto di confidenza profonda e che rappresentava, sebbene vivesse dall’altra parte del paese, la sua unica ancora affettiva. E infine, gli uomini: reduce dall’ennesima relazione fallita in maniera inspiegabile, girovagando per librerie e happening letterari, Casey incontra due scrittori che cambieranno le cose. Da una parte c’è Silas, giovane poeta gentile e sognatore spiantato quanto lei, dall’altra Oscar, maturo padre di famiglia, autore affermato prigioniero del proprio talento…

Add a comment

I libri che ci aiutano nella vita di tutti i giorni

 

Interrogo i libri e mi rispondono. E parlano e cantano per me. Alcuni mi portano il riso sulle labbra o la consolazione nel cuore. Altri mi insegnano a conoscere me stesso”, Francesco Petrarca

 

Ogni libro, come ogni evento che ci accade ha una funzione nella nostra vita. Anche quelle cose che in quel momento ci sembrano insignificanti ci regalano quel quid in più che non avremmo ottenuto diversamente. I libri, come Petrarca ha impeccabilmente scritto, parlano, cantano, ci fanno sorridere e cosi facendo ci permettono di conoscere meglio noi stessi. Le loro funzioni quindi vanno ben aldilà di quella consolatoria, ci offrono molto di più, come ad esempio la capacità di anticipare i cambiamenti e di aiutarci a raggiungere gli obiettivi.

Scoprite anche voi cosa possono offrirci scegliendo tra la nostra nuova selezione il libro per voi.

 

Ecco le novità:

 

Gialli/ Thriller

 

La lampada del diavolo di Patrick  McGrath, La nave di Teseo

pastedGraphic.png

Londra, 1975. L’anziano poeta Francis McNulty sente avvicinarsi la fine dei suoi giorni ma il suo animo non trova pace, schiacciato da una colpa che non ha mai avuto il coraggio di confessare. Le ombre di un tradimento sotto le armi, durante la Guerra Civile spagnola, si allungano nella casa di Cleaver Square quando un’oscura presenza, con le fattezze del generale Francisco Franco, comincia a fargli visita. In alta uniforme, il contegno di un militare decaduto, l’apparizione perseguita Francis con i ricordi dei giorni drammatici di quarant’anni prima. Perseguitato dalle visioni e spronato dalle domande di un giovane reporter che sta scrivendo un pezzo su di lui, il vecchio poeta accetta l’invito della figlia ad accompagnarla in viaggio di nozze a Madrid, in cui vede finalmente l’occasione per affrontare i fantasmi del suo passato. Mentre nel palazzo reale si consuma l’agonia del Generalissimo, vittima e carnefice di un’epoca che si sta consumando, Francis torna nei luoghi della sua vergogna, in un viaggio liberatorio nel tempo, nei ricordi di famiglia, nei recessi della sua mente.

Add a comment

Recensione dell'antologia Bagliori fatui di Miyamoto Teru edito da Carbonio Editore. Casa editrice nata nel 2016 a Milano, ad opera dell'architetto Fabio Laneri e la madre Fortunata De Martinis, con “l'esigenza di raccontare qualcosa di diverso”. Il filo rosso che lega tra loro tutte le uscite di Carbonio è il pensiero come strumento di analisi e nutrimento per la mente. 

 

“Prima volevo morire, ma adesso voglio vivere” se n'esce lui. Ferma la bici, si volta. “A me prende di continuo voglia di morire e di vivere, migliaia di volte al giorno. Mio fratello, e anche i medici dell'ospedale, mi dicono che è una malattia. Ma io non credo proprio. Agli altri non capita? A te succede?”(Miyamoto Teru, Morire e rinascere migliaia di volte al giorno.)

Accade, a volte, d’inciampare. Spesso si cade rovinosamente e ci si fa male, raramente, invece, si fanno nuove e piacevoli scoperte. In rete, girovagando tra i social, non solo abbiamo notato Carbonio Editore ma, spulciando il loro catalogo, ci ha colpito una piccola antologia che fin dalle prime pagine si è rivelata un gioiello di narrativa contemporanea. Ciò che ulteriormente ci ha stupito è stato scoprire come l'autore, Miyamoto Teru, vero e proprio fenomeno letterario in Patria, al solito in Italia è praticamente uno sconosciuto. Ad oggi, infatti, Bagliori fatui è l'unico assaggio della sua opera letteraria in lingua italiana.

Add a comment

Recensione del libro La mia guerra per la libertà. La resistenza azzurra al fianco di Edgardo Sogno di Piero Stroppiana, a cura di Michele Ferraro e Edoardo Pezzoni Mauri edito da Historica Edizioni. 

 

La mia storia per la libertà offre un excursus sugli avvenimenti della seconda guerra mondiale e della lotta al nazifascismo dal punto di vista di Piero Stroppiana, un partigiano, che ha preso parte ad alcuni eventi decisivi.

L’idea di scrivere questa biografia gli è venuta poiché riordinando gli archivi dell'Organizzazione "Franchi”, ancora oggi considerata una tra le principali formazioni partigiane che guidarono la resistenza liberale, ha ritrovato alcuni suoi appunti del giugno 1945 che relazionavano due importanti azioni di antisabotaggio. Ciò ha portato Stroppiana a ripensare e ripensare a quei giorni, al suo impegno nella lotta partigiana e ha deciso di mettere nero su bianco il racconto del secondo conflitto mondiale e della lotta di liberazione dal nazifascismo a cui ha partecipato insieme a Edgardo Sogno. In quegli anni di resistenza è stato protagonista tanto nelle operazioni di antisabotaggio per la salvaguardia del patrimonio industriale italiano, quanto nel "furto" di timbri dal comando tedesco di Torino per la falsificazione di documenti. 

Add a comment

 

Stanza a tre

Vincitore terza edizione concorso #inplatea

10/11 dicembre 2019- teatro Trastevere (Roma)

 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori