Martedì, 16 Aprile 2024
$ £

“Diceva che una vita senza Dio  non ti prepara ad una morte serena senza Dio. A questo non so rispondere. Nemmeno io. Devo andare. Hasta luego, compadre”. Cormac McCarthy

 

Il 13 giugno,  il quasi novantenne, Cormac McCarthy ci ha lasciato dopo averci donato numerose opere meravigliose e in suo onore il primo libro della nostra lista di consigli letterari sarà il suo ultimo libro pubblicato. Con il suo stile secco, la durezza degli argomenti trattati, il suo ricorrente  racconto del male e della sofferenza ha raggiunto un grande pubblico che non aveva paura di affrontare argomenti scomodi. 

Ma come sempre nella nostra rubrica troverete anche le novità letterarie del momento.

Ecco a voi:

 

Il passeggero di Cormac McCarthy, Einaudi

pastedGraphic.png

Durante una missione di recupero al largo della costa del Mississippi, Bobby Western vede quel che non avrebbe dovuto vedere: un JetStar apparentemente intatto adagiato sul fondale e, in cabina, chiome fluttuanti, bocche aperte e occhi vuoti, nove corpi senza vita. Da dove viene quell’aereo, che fine ha fatto la scatola nera? Queste le domande a cui Bobby, perseguitato da due emissari governativi «con un’aria da missionari mormoni», non sa dare risposta. Capisce allora di dover scomparire. Del resto a fuggire ci è abituato, da tanto tempo è inseguito dai sensi di colpa nei confronti del mondo e di lei, Alicia Western, sua sorella. Mente matematica sopraffina ed esperta mondiale di violini cremonesi, anche Alicia, come Bobby, ha guardato dove non doveva guardare, nel cuore delle tenebre. Alicia ha provato a opporre l’ordine del numero al caos della vita ma non ce l’ha fatta perché «certe cose un numero non ce l’hanno». Ora cosa resta a Bobby, se non la fuga? Via da New Orleans, Knoxville e la baia petrolifera della Florida, da bettole, bagnarole e topaie. Via da tutto quel rumore, via dalle oscure macchinazioni del potere, verso una nuda bicocca dall’altra parte dell’oceano, verso un posto senza compagnia né legge né letteratura, dove non c’è altra realtà del ricordo e la fisica si fonde nella metafisica. Perché questo siamo noi: «dieci percento biologia e novanta percento mormorio notturno».

Add a comment

I libri  sono qualcosa da portare sempre con voi o da lasciare sul  comodino ad aspettarvi al vostro ritorno a casa? Per alcuni è un compagno di viaggio indimenticabile, da portare sempre dietro, ed in questo vengono in aiuto gli ebook reader. Per altri è bello sapere che c’è un libro lì ad aspettarli al ritorno a casa, è un compagno fedele per riempire o arricchire i momenti casalinghi. In entrambe i casi da quando sì è scoperto il piacere della lettura è qualcosa di cui è difficile fare a meno. 

E noi siamo sempre qui con i nostri consigli di lettura tra cui trovare un nuovo compagno di vita indimenticabile.

Ecco a voi:

 

Gialli/Thriller

 

Luna rossa di Jo Nesbo, Einaudi

pastedGraphic.png

Un amico spacciatore di coca, uno sbirro corrotto e uno psicologo malato di cancro. È questa la squadra che Harry Hole è riuscito a mettere insieme. E chissà se ce la farà a salvarlo dal precipizio. Senza più un ruolo nella polizia, Harry è a Los Angeles al preciso scopo di ammazzarsi di alcol. Ma Lucille, una vecchia attrice che ha sottratto alla furia di un cartello della droga, gli ha offerto un posto in cui stare, un po’ di amicizia e dei vestiti decenti. Nel frattempo, a Oslo, un immobiliarista sospettato di aver ucciso due ragazze lo cerca come investigatore privato. Harry rifiuta, non è più il leggendario detective di un tempo. Ma quando il cartello prende Lucille in ostaggio, il solo modo per tirar su i soldi del riscatto è riunire una squadra di reietti come lui e accettare l’incarico.

Add a comment

Recensione di Blizzard di Marie Vingtras, edito da Edizioni Clichy

 

Il Blizzard, un vento polare che supera i 40km/h, con raffiche impetuose che rendono impossibile vedere ameno di un km, da il titolo al romanzo d’esordio di Marie Vingtras.  Un romanzo corale in cui ogni personaggio bloccato nella tempesta riflette sul proprio passato e ci fa conoscere la propria vita.

Nella desolata Alaska, una feroce tempesta di neve, il blizzard, infuria senza tregua da giorni. Bess, una giovane donna trapiantata dalla California, che sa poco della vita a quelle condizioni estreme, esce nella neve con il bambino. Si china appena un istante, per allacciarsi le scarpe, e quando si rialza lui non c’è più. Il blizzard se l’è portato via, o invece il piccolo è riuscito a rifugiarsi da qualche parte?

Inizia una ricerca disperata che si scontra con una natura implacabile, e coinvolge tutti gli abitanti di quella strana comunità, ognuno dei quali si è trovato per ragioni diverse a vivere ai confini del mondo. C’è il burbero Benedict, il cui fratello è scomparso all’improvviso anni prima, che ama questo bambino con tutto sé stesso; c’è Cole, ubriacone razzista e misogino; c’è Freeman, vecchio reduce del Vietnam, che si è trasferito lì da poco, per chissà quali motivi; e poi ci sono le persone che popolano il loro passato, un passato che si rifiuta di essere dimenticato e che la tempesta e la disperazione riportano prepotentemente allo scoperto.

Add a comment

Presentazione del libro Intrepide. Storie di donne e di motori di Giulia Colasante, Sportmemory Edizioni

  

Martedì18 marzo 2023, presso la splendida Sala del Cenacolo di Palazzo Valdina, si è tenuta la presentazione di Intrepide esordio letterario di Giulia Colasante. L’evento è stato promosso  dall’ICAS - Intergruppo parlamentare Cultura, Arte, Sport, con gli auspici della Presidenza della Commissione Culturale della Camera dei Deputati.

Ad introdurre la presentazione è stato l’On. Federico Mollicone, presidente commissione cultura e fondatore dell’ICAS che ci ha parlato in breve del contenuto del libo di Giulia Colasante.  Intrepide racconta 15 storie di donne intrepide, tra cui Maria De Filippis, Vittoria Songi, Gabriella Angelini, che non si sono lasciate condizionare dai pregiudizi e dai giudizi e hanno scelto di seguire la loro strada nella vita nel settore dei motori e dello sport; un settore in cui le donne non erano benvolute. Mollicone ci ha parlato anche di come con la costituzionalizazione dello sport quest’ultimo abbia assunto un valore preciso e di come siano così finalmente tutelate tutte le forme di sport. Cosa che all’epoca delle donne raccontate purtroppo non avveniva.

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori