Mercoledì, 29 Gennaio 2020
$ £

Recensione della lectio magistralis di Luca Serianni sul Decameron di Boccaccio il 16 dicembre 2019 al Teatro Eliseo, nell’ambito di Cultura Eliseo.

 

All’interno degli eventi inerenti la sezione Cultura Eliseo, s’inaugura il ciclo dei tre appuntamenti dedicati alla letteratura italiana ad opera del professor Serianni, ormai volto noto dell’Eliseo nonché del panorama culturale romano e nazionale. Il linguista e grammatico universalmente conosciuto nel suo campo, autore di noti saggi riguardanti la lingua italiana, in quest’occasione ha scelto come argomento della prima lectio magistralis il Decameron di Boccaccio. Si tratta infatti della prima vera opera in prosa della nascente lingua italiana. La raccolta di novelle presenta caratteristiche rivoluzionarie per l’epoca in cui è concepita: la presenza di ben 7 donne come protagoniste, a discapito dell’esigua minoranza maschile, evidenzia l’anticonformismo di un pensiero libero, capace di elevarsi e guardare dall’alto divertito, le rigidità e le convenzioni della cultura medievale.

Add a comment

Recensione di La vita gioca con me di David Grossman. Il libro è edito dalla Mondadori, la principale casa editrice italiana. La cui missione è la diffusione della cultura e delle idee.

 

La vita gioca con me “in ebraico Iti ha-hachaim mesachek harbeh”, Con me la vita gioca molto, è un titolo emblematico che contiene in se tutto il romanzo.

Grossman narra le vicende di tre donne di una stessa famiglia: Vera la nonna fredda e distaccata, Nina la madre sempre assente, con un grande sofferenza che le impedisce di fermarsi e Ghili figlia e nipote con un gran vuoto dentro lasciato dall’abbandono della madre.

Tutte e tre hanno una grande sofferenza alle spalle, un passato difficile che impedisce loro di essere felici. Assieme a Rafael, figliastro di Vera e padre di Ghili intraprenderanno un viaggio alla scoperta del passato. Un viaggio che li unirà e farà emergere allo stesso tempo tanta sofferenza. Una sofferenza però quasi catartica che permetterà ai protagonisti di capirsi profondamente e forse perdonarsi.

Add a comment

Recensione del libro Lazarus, il senso di Bowie per il teatro, edito da Arcana edizioni nel novembre 2019

 

David Bowie è stato un artista in grado di rivoluzionare la scena musicale rompendo le regole, innovando, ma soprattutto cambiando: un vero e proprio camaleonte! Un cambiamento fisiologico, come lo scorrere del tempo e di conseguenza delle mode, che ha sempre avuto però un minimo comune denominatore: una presenza scenica unica.

Sono stati scritti molti libri su Bowie ma questo riesce a dare un nuovo punto di vista sull’arte del Duca Bianco. Non a caso lo abbiamo appena chiamato con il nome di uno dei suoi personaggi più celebri e collegato all'album del 1976 Station to station. Lamia analizza la carriera dell’artista concentrandosi proprio sulla sua presenza scenica e su quanto l’arte teatrale (non solo europea) abbia influenzato, anzi rivoluzionato, il suo modo di “fare” e mostrare la sua musica, creando per l'appunto personaggi e situazioni degni dei più grandi autori teatrali. A partire dalle copertine dei suoi album: pose studiate ad arte che fungono da prologo in grado di affascinare e incuriosire ancora prima dell’ascolto della musica.

Add a comment

Recensione di “Al di là delle stelle” di Brittainy C. Cherry Newton Compton Editori. La Newton Compton è una casa editrice italiana, fondata a Roma, dalla cinquantennale esperienza la cui filosofia è  la divulgazione di qualità a prezzi accessibili

 

Il romanzo è il primo volume della serie Music Street il cui titolo originale è Behind the Bars. 

Jasmine è un’incantevole adolescente appassionata di soul. È figlia di una “mammanager” senza cuore interessata solo a farla diventare una star. 

Il compagno della madre, Ray, è un uomo protettivo, amorevole affettuoso e per ragioni lavorative costringe spesso la famiglia a cambiare città. Dopo tanto girovagare, a New Orleans, Jasmine frequenta la scuola pubblica, il suo unico porto sicuro.

Add a comment

 

Stanza a tre

Vincitore terza edizione concorso #inplatea

10/11 dicembre 2019- teatro Trastevere (Roma)

 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori