Giovedì, 14 Novembre 2019
$ £

Permafrost: un nuovo modo di vivere e scrivere al femminile

Recensione del romanzo Permafrost, di Eva Baltasar, edito da Edizioni Nottetempo. Casa editrice fondata nel 2002 da Ginevra Bompiani e Roberta Einaudi, è nata da un progetto: pubblicare libri di qualità, letteraria e filosofica, scritti con l’avvincente leggerezza che cerca di evocare nella veste grafica. La parola che unisce forma e contenuto è leggibilità.

 

Scrivere questo libro è stato come respirare. Sono andata da una psicoterapeuta che mi ha consigliato di mettere giù in breve i miei problemi e la mia vita. Sono tornata a casa, ho cominciato a scrivere. Così ho smesso la terapia e mi è uscito Permafrost” Questa, in poche parole, quelle dell’autrice, è la genesi del primo romanzo della poetessa catalana Eva Baltasar.

 

Un monologo autobiografico, lungo 128 pagine, inquietante e provocatorio che racconta, in prima persona, le vicissitudini di una quarantenne laureata in storia dell’arte che vive di espedienti nella trasgressiva Barcellona del III millennio: fa la ragazza alla pari, l’affittacamere e divora libri e amanti, sempre e solo donne.

Cresciuta in una famiglia borghese con genitori oppressivi e una sorella che, grazie agli antidepressivi, sembra aver trovato una vita (all’apparenza) normale e felice, la nostra antieroina vive costantemente in bilico tra Eros e Thánatos. La sua vita è costellata, un giorno sì e l'altro no, da surreali e improbabili tentativi di suicidio (raccontati sempre con ironia) e da amori stroncati sul nascere dal permafrost, la membrana di gelo che da sempre la salvaguarda da ogni intromissione dall'esterno e preserva la sua libertà, anche la travolgente passione con Roxanne.

La Baltasar con sarcasmo misto a poesia (la sua prima grande passione letteraria) narra, in forma romanzata, il dipanarsi della propria esistenza e di quella di tante donne come lei che, ingabbiate in un ruolo familiare e sociale che non sentono proprio, tentano ripetutamente, giorno dopo giorno, la fuga dagli schemi della consuetudine infrangendo ogni regola anche solo per lambire per un solo istante il "limite" e potersi finalmente sentire "vive come non mai".

Permafrost, tradendo in parte il proprio titolo, è un romanzo intenso permeato da una sottile e insinuante vena di sensualità, scritto con un linguaggio essenziale, che a tratti prende fuoco e ci regala momenti di sesso saffico di una carnalità e, al contempo, di un lirismo senza eguali.

Eva Baltasar è una poetessa e scrittrice catalana. Permafrost, vincitore nel 2018 del Premio Librai Catalani, è il suo primo romanzo ed è stato tradotto in spagnolo da Penguin Random House.

 

 

Fabio Montemurro

25 ottobre 2019

 

Informazioni

 

Permafrost

di Eva Baltasar

Editrice Nottetempo

128 pp

€ 16

 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori