Martedì, 10 Dicembre 2019
$ £

Concorso #inplatea2019 gli spettacoli finalisti. Appuntamento al teatro Trastevere il 10 ed 11 dicembre 2019

I due spettacoli finalisti della terza edizione del concorso #inplatea2019 sono: Stanza a tre e Indovina chi viene a pranzo.

Mentre “Stanza a tre” era già passato alla finale grazie al voto dei critici de La Platea, “indovina chi viene a pranzo” ha vinto al ballottaggio contro “Pagina trecentoventotto”, ottenendo in totale 397 contro i 301 ottenuti dallo spettacolo della compagnia “Ci vediamo giovedì” a cui rivolgiamo i migliori auguri per il futuro dello spettacolo proposto.

Le due serate finali vedranno entrambi gli spettacoli in scena. Sia il pubblico presente in sala che i critici saranno chiamati a votare uno dei due spettacoli. Al termine delle due serate, l’11 dicembre, verrà assegnato il premi #inplatea2019. Ricordiamo che il biglietto darà la possibilità di vedere entrambi gli spettacoli e che le votazioni verranno effettuate solo al termine del secondo spettacolo in scena.

Le serate saranno così articolate:

10 dicembre

20:00 – Indovina chi viene a pranzo

21:30  - Stanza a tre

 

11 dicembre

20:00 – Stanza a tre

21:30 – Indovina chi viene a pranzo

23:00 – Assegnazione premio #inplatea2019

 

Per info e prenotazioni contattare il Teatro Trastevere

via Jacopa de'Settesoli 3, 00153 Roma

prevista tessera associativa

contatti: 065814004 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.teatrotrastevere.it #ilpostodelleidee

 

 

Informazioni sugli spettacoli finalisti

 

STANZA A TRE

In una stanza di un ospedale si trovano tre donne dell'età di 18, 35 e 50 anni circa. Le due più grandi sono in quella stanza da tempo, la più giovane invece e' arrivata il giorno prima.

La storia si svolge in presa diretta: un'ora della loro vita mentre sono in attesa di essere chiamate per il pranzo e durante la quale il dramma personale che ognuna di loro nasconde emergerà

impietosamente tra alleanze e scontri feroci.

Un'ora in cui ognuna di loro svelerà la propria storia. Un'ora che forse potrebbe cambiare la loro vita.

 

Note di regia:

Uno spazio chiuso da veli bianchi che delimitano la stanza, letti e tavolini bianchi, asettici.

Luci gelide, taglienti a fare da contraltare alle passioni che animano i tre personaggi.

Movimenti circolari e diagonali a marcare lo spazio della stanza-gabbia.

Fuori da quelle quattro mura c'è il giardino, il mondo, la luce del sole., la vita.

Loro sono dentro, tutto il resto è fuori.

In Stanza a tre c'è un “dentro” e un “fuori”: ciò che si vive e ciò che si desidera.

Metafora: musiche di ballo entrano ed escono dalla partitura testuale e creano una partitura fisica.

Personaggi come tori e matador in una danza-corrida.

Bianco... rosso... distanza... presenza... salute... malattia.... amore... solitudine...

 

Informazioni

Durata 70’ circa

link video intergrale: https://youtu.be/AkUxrE14P3A?list=UUJx6uzlVglFwMwFU-wUNrUw

Cast

Attrici: Giovanna Cappuccio, Ornella Lorenzano, Katia Nani

Regista e regia luci e audio durante lo spettacolo: Giancarlo Moretti

 

 

 

INDOVINA CHI VIENE A PRANZO

Giulio è un padre di famiglia molto all'antica, con diversi preconcetti soprattutto nei confronti degli extracomunitari e tifosissimo di calcio. Cosa accadrà quando scoprirà che la sua adorata figlia diciassettenne, che lui tratta ancora come una bimba, si è segretamente fidanzata e per giunta con un ragazzo che viene "da lontano", dandogli il "dolore" più grande della sua vita? Tutta la vicenda scorrerà attraverso continui disguidi, incomprensioni e malintesi che all'occhio dello spettatore risulteranno esilaranti e non troppo lontani dalla realtà. Completano il cast una moglie comprensiva e molto vicina alla figlia; la mamma di Giulio che possiamo definire donna forte e sgradita alla nuora per i suoi continui giudizi sulla famiglia di Giulio e Antonella; un fratello "speciale" di Giulio, che con la sua "innocenza" fornisce spunti comici all'intera vicenda mettendo in luce le continue contraddizioni che caratterizzano certi luoghi comuni tipici del mondo occidentale, che vengono utilizzati nella pièce teatrale. 

 

Informazioni:

Durata minuti 70 

Autore Cristian Calabrese 

Regia: Alessandro Galimberti

Cast:

Galimberti Alessandro

Rossi Donatella

Simona Perugini

Davide Sciancalepore

Paolo Russomanno

Katia Bottini

Vittorio Turco

 

 

 

redazione

2 dicembre 2019

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori