Mercoledì, 17 Agosto 2022
$ £

Teatro degli Audaci, presentata la stagione teatrale 2015/2016

Il Teatro degli Audaci è un teatro che nasce alla periferia di Roma in collaborazione con Porta di Roma e col sostegno dell’ex Assessore alle Politiche Culturali dell’ex IV Municipio, Andrea Pierleoni. Ma è soprattutto grazie ad un sogno, alla passione e alla tenacia del suo direttore artistico, Flavio De Paola, che il teatro sorge in essere dando così la possibilità agli abitanti del quartiere di fare e di diffondere la cultura, quella cultura che De Paola ama definire “della civiltà”.

Quest’anno si è giunti alla terza edizione della stagione teatrale con un cartellone ricco di spettacoli, sorprese e tanti personaggi, all’insegna del divertimento e del buonumore ma anche di riflessione. Si comincia con Condannato a morte. The punk version con Orazio Cerino per la regia di Davide Sacco, patrocinato da Amnesty International e dal Giffoni Film Festival: tema di fondo è la pena di morte. Lo spettacolo andrà in programmazione dal 1 al 4 ottobre. Si prosegue con Sirene confuse con e di Attilio Fontana e Siddhartha Prestinari, un viaggio nella figura femminile che ci accompagnerà dall’8 all’11 ottobre. Seguirà – con data ancora da definirsi – Tre donne in cerca di guai di Nicasio Anzelmo con Iva Zanicchi, Corinne Clery e Barbara Bouchet, in anteprima al Teatro degli Audaci e che avrà il suo debutto a Modena. Lo spettacolo si articolerà in tre storie di tre donne che riserverà piacevoli sorprese, e anche un’occasione per riflettere sul senso dell’amore e dell’amicizia. Dal 22 ottobre al 1 novembre sarà in scena Tutti a bordo di Luca Giacomozzi, in cui si narrano le vicende di cinque ragazzi che cercano altrove quello che non riescono a trovare nella loro quotidianità. Dal 5 al 15 novembre vedremo in scena il giovane Marco Todisco ed Enrico Patella con Strani ma non troppo di Mario Scaletta, una commedia che saprà deliziare il pubblico fino alle lacrime, basata su solitudini e malintesi sapientemente cucita col filo dell’ironia. Sarà poi la volta de Il berretto a sonagli in programmazione dal 26 al 29 novembre per la regia di Eduardo Saitta e con Salvo Saitta.

Gianfranco D’Angelo sarà il protagonista di Romani si nasce italiani si diventa, un viaggio intorno ai vizi e alle virtù del nostro Paese, dal 3 al 20 dicembre diretto, anche lui, da Mario Scaletta. Sarà poi la volta di Daddy blues, un evento speciale per Capodanno, dal 31 dicembre al 10 gennaio, di e con Flavio De Paola e poi ancora Maria Cristina Gionta, Enrico Franchi, Antonio Buttari, Antonella Rebecchi e Silvia Mafalda Faccini.

Con date ancora da definire assisteremo poi allo spettacolo di Filumena Marturano con Alida Tarallo nei panni di Filumena e Mario Antinolfi che ne cura anche la regia. Sempre a data da destinarsi sarà lo spettacolo di Rocco Papaleo, Una piccola impresa meridionale, seguito da Novecento di Alessandro Baricco per la regia di Pablo Maximo Taddei e con Flavio De Paola.

Dal 3 al 20 marzo è la volta di Rumori fuori scena di Michael Frayn, ovvero uno spettacolo nello spettacolo con protagonista una stravagante compagnia teatrale alle prese con una rappresentazione da portare in scena. Papà al cubo invece calcherà le scene dal 1 al 3 aprile con protagonisti Nicola Canonico e Matilde Brandi (lo spettacolo in realtà altro non vuol essere che la trasposizione teatrale della versione cinematografica di Tre uomini e un bebè).

Susseguirà ancora una volta uno spettacolo di Mario Scaletta, Nemici intimi, dal 7 aprile al 1 maggio con Flavio De Paola, Enrico Franchi, Antonio Buttari e Maria Cristina Gionta, una commedia degli equivoci che metterà a repentaglio l’amicizia di tre uomini per una donna. La stagione si chiuderà dal 5 al 22 maggio con Sapore di mare di Luca Giacomozzi, con Enio Drovandi, Luca Paniconi, Martina Zuccarello e Roberta De Roberto, uno spettacolo che ci riporterà agli anni Sessanta per rivivere le atmosfere, le musiche e la spensieratezza di quegli anni.

E non è tutto. Il Teatro degli Audaci riserva una programmazione anche per i più piccini: la Compagnia Nomen Omen sarà fiera di presentare (cominciando dal 14 al 28 novembre) Pinocchio, a seguire Il pianeta degli alberi di Natale (dal 19 dicembre al 2 gennaio), I vestiti nuovi dell’imperatore (dal 16 al 30 gennaio), Bon jour e bonne nuit (dal 6 al 20 febbraio) e Cenerentola (dal 5 al 19 marzo).

 

 

Costanza Carla Iannacone     

 

13 settembre 2015

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori