Martedì, 07 Febbraio 2023
$ £

Saremo bellissimi e giovanissimi sempre – Teatro Vascello dal 26 al 28 maggio 2017

#segnalazione

In danza e coreografia Marco Chenevier, sceglie di ripercorrere la vita e il pensiero del mistico tedesco Johannes Eckhart, uno dei più importanti del medioevo cristiano. Saremo bellissimi e giovanissimi sempre è uno spettacolo, in scena dal 26 al 28 maggio al Teatro Vascello di Roma, che trasporta il pubblico in maniera ironica e dissacrante nel pensiero del filosofo tedesco meglio noto come Meister (maestro) Eckhart, si intreccia con una riflessione sul ruolo dell'arte contemporanea nella società incentrata su modelli esteriori volti alla propaganda del consumismo.

L'interprete, ingabbiato nel compito di dover realizzare uno spettacolo su Meister Eckhart, si rende conto della difficoltà dell'operazione quando ormai l'incarico è stato accettato.

La ricerca dell'interiorità secondo il mistico domenicano, deve essere perseguita nella dissoluzione dell'egoismo cercando la solitudine interiore, distaccandosi dalla volontà, dalla memoria, dai sensi e dal giudizio. Dapprima adottando un atteggiamento intellettuale e analitico, l'interprete riprende i fondamenti della mistica di Eckhart tentando innumerevoli volte di tradurne almeno uno in uno spettacolo di danza. Ma nell'autocensura dei tentativi l'analisi si perde nella vana ricerca di un'idea drammaturgica che sembra continuamente fallire. Il malessere e le riflessioni vengono così condivisi con il pubblico in modo leggero e divertente in una parziale frattura del codice. Il ragionamento, esausto, porta il performer a chiedersi infine se non fosse sbagliato il processo in sé. La chiave di volta potrebbe essere quella di domandarsi quale sia il senso di un lavoro su Eckhart oggi, e se l'accusa di eresia che egli subì sette secoli fa non palesi un confitto atavico tra potere ed interiorità. La costruzione scenica rivela la scrittura della drammaturgia stessa, la quale diventa il filo conduttore che lega i quadri, le coreografie e le scene. Forse Eckhart, anche oggi, verrebbe tacciato di eresia non più dalla Chiesa, bensì dal Mercato.

Marco Chenevier nasce ad Aosta il 4 luglio 1983. È coreografo, danzatore, regista e attore. È danzatore in diverse compagnie tra Italia e Francia (Romeo Castellucci e Cindy Van Acker, Cie CFB451 in seno al CCN di Roubaix - Carolyn Carlson, Cie Lolita Espin Anadon, Les Eclats) trova nel TIDA il luogo ideale per sviluppare la propria ricerca artistica.
Da subito interessato alla composizione coreografica sviluppa un percorso di ricerca a cavallo tra i generi, esplorando i confini tra i linguaggi della danza e del teatro.
Ha firmato quindici produzioni tra cui Quintetto che nel 2015 ha ricevuto il primo premio al Be Festival di Birmingham come miglior spettacolo e il secondo premio del pubblico al Mess Festival di Sarajevo. Nel 2016 è stato in tour in Inghilterra e Spagna, oltre alle repliche in Italia e l'Invito al Teszt Festival, Romania. Lo spettacolo ha raccolto grandi consensi dalla stampa inglese ed è stato inserito nella top ten del 10 spettacoli più divertenti del 2016 per il The Guardian. Dalla sua creazione ad oggi ha avuto 88 repliche internazionali.
Al momento sta lavorando alla nuova produzione che debutterà in autunno 2017: "Corpo in francese è sempre plurale". Ospitato con la compagnia a dicembre 2016 presso il centro d'Arte e Cultura di Ladispoli di Cie Twain, il progetto ha vinto il bando di residenze Permutazioni e dopo una residenza a Maggio a Casa Luft verrà ha presentato il risultato del lavoro alle Lavanderie a Vapore di Collegno, Torino.
In estate verrà invece ospitato in residenza presso SPAM! con il mentoring di Roberto Castello.
E' stato invitato, tra gli altri al Be Festival – primo premio (UK), International Mess Festival (Bosnia), International Ancient Greek Drama Festival (Cipro), Saison Culturelle d'Aoste (Italia), Barhat Rang Mahotsav Festival (India), Teatro Superga di Nichelino - Circuito Teatrale del Piemonte (Italia), Festival VD'A – Voci dell'anima (Italia), Torino Fringe Festival (Italia), Peraspera Festival (Italia), International festival of Sarajevo – Sarajevo Winter Festival (Bosnia) – primo premio per la danza contemporanea, Festival Maratò de l'Espectacle (Spagna), Pfasterspektakel Festival di Linz (Austria), Festival di Namyangju (Corea del Sud), Zdarzenia Festival de Tchew (Polonia), Giochi del Mediterraneo (Italia), Spazi d'Ascolto (Italia), Settembre in Danza (Italia), Torino Spiritualità (Italia), Festival Il sacro attraverso l'ordinario (Italia), Differenti Sensazioni (Italia). Si occupa infine della direzione artistica di eventi tra cui il Festival "Morg-Ex Machina", il "Roma Street Art Festival" (per due anni), la rassegna itinerante "Le marmotte non dormono" il festival T-Danse Danse & Technologies ed altri progetti speciali.

 

Redazione
21 maggio 2017

 

Info

 

Saremo bellissimi e giovanissimi sempre
testi e regia Marco Chenevier
coreografia e interprete Marco Chenevier
direttore di palco Andrea Sangiorgi
Produzione: TIDA - Theatre Danse con il sostegno del MIBACT - Ministero dei beni e delle attività culturali e dell'Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Valle d'Aosta

In occasione dello spettacolo il 25 maggio alle 17.30 l'Istituto Italiano di Studi Germanici, in collaborazione con il Teatro Vascello e TIDA Theatre Danse, presenta Meister Eckhart. La via del distacco Conferenza del Prof. Marco Vannini.
Istituto Italiano di Studi Germanici – Villa Sciarra – Wurst sul Gianicolo via Caldarelli, 25/ via delle Mura Gianicolensi, 111)

 

Teatro Vascello Via G. Carini 76 – 78 Monteverde, Roma
06 5881021 - 06 5898031
Biglietti Intero 15,00 € Ridotto over 65 e studenti € 12,00

Orario spettacolo: 26 e 27 maggio ore 21, 28 maggio ore 18

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori