Martedì, 10 Dicembre 2019
$ £

Palmina. Amara terra mia al Teatro Kopò dal 2 al 4 novembre 2018

Una storia che ancora si sussurra, che non si può ancora definire conclusa e che soprattutto non si deve dimenticare, nonostante siano passati 35 anni dalla morte di Palmina Martinelli. Una storia vera, dunque, accaduta nel 1981, che irrompe sul palcoscenico del Teatro Kopó, per ripercorrere le tappe della tragedia umana e giudiziaria di una ragazzina che, all’epoca dei fatti, aveva soltanto 14 anni e che aveva osato ribellarsi al destino di degrado e di prostituzione, che era già toccato alla sorella maggiore.

Sul corpo di Palmina, avvolto dalle fiamme in un angolo del bagno della casa popolare di Fasano (provincia di Brindisi), si è consumata una nota vicenda giudiziaria, dall’esito paradossale. Benché la ragazza, in ospedale, avesse fatto i nomi dei suoi aguzzini, i due fratelli Enrico Bernardi e Giovanni Costantini al PM Nicola Magrone, oggi sindaco di Modugno, il processo (in tutti i gradi di giudizio) li assolve per insufficienza di prove. Per la giustizia, Palmina si è suicidata e ha calunniato i due imputati. La vittima è dunque diventata colpevole. Eppure la sua testimonianza, registrata in un audio straziante dall’allora PM, rimane come un macigno sulle nostre coscienze di cittadini, restituendo un quadro devastante di disagio e di ignoranza, all’interno del quale pare che perfino alcuni familiari di Palmina si siano resi complici degli assassini, tenutari di una casa di appuntamenti a Locorotondo. Il lavoro tenace di tanti sta restituendo giustizia a Palmina: nel 2012, un team di esperti del Policlinico di Bari ha dimostrato che Palmina non si sarebbe potuta suicidare coprendosi prima gli occhi, e dal 2015, la Procura ha riaperto il caso per portare alla luce la rete di connivenze, omissioni, omertà, che ha reso possibile l’inimmaginabile. Lo spettacolo ha contribuito all’intitolazione a Palmina Martinelli di due piazze, una a Modugno e una a Bari, accompagnando, con gli strumenti propri del teatro civile, il percorso di riabilitazione della sua memoria. Palmina. Amara terra mia è dunque uno spettacolo di struggente attualità, poiché dà voce alla gioventù ribelle nei confronti di quei dis-valori, come la violenza e il profitto ad ogni costo, sempre più diffusi nella nostra società.

 

Redazione
31 ottobre 2018

 

Informazioni


Palmina. Amara terra mia
scritto e diretto da Giovanni Gentile
con Barbara Grilli
Produzione‘Teatro Prisma’ di Bari
orario spettacolo: venerdì e sabato alle 21, domenica alle ore 18

 

Lo spettacolo ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Modugno per meriti sociali ed artistici
La performance inoltre ha ricevuto la nomination come Miglior Drammaturgia al Roma Fringe Festival 2016 e ha vinto il premio come Miglior Spettacolo Teatri d’Inverno 2017
Barbara Grilli è stata premiata come miglior attrice con il Premio Martucci 2016

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori