Martedì, 16 Aprile 2024
$ £

"Dancing Glass" spettacolo-evento che lega artisti da tutto il mondo

Anteprima presso l'Auditorium della Nuvola di Roma, 27 e 28 marzo 2024


Il 13 marzo 2024 si è svolta, presso l'Auditorium della Nuvola di Roma, la conferenza stampa dello spettacolo-evento "Dancing Glass", punta di diamante della rassegna EUR Culture, giunta alla sua terza edizione.

Il progetto, ideato da Change Performing Art e MP3 Dance Project di Michele Pogliani, prevede la partecipazione di quattordici artisti provenienti da tutto il mondo, che il 27 e 28 marzo metteranno in scena, in anteprima mondiale, lo spettacolo e avranno come filo conduttore l'illustre compositore minimalista americano Philip Glass.

Compositore che, così come ha detto Franco Laera, "risulta essere un personaggio poliedrico, che ha saputo abbattere gli steccati tra tutti i generi", e che ha saputo unire artisti di tre generazioni diverse con la sua musica. Per lo spettacolo sono stati scelti dagli artisti 12 Etudes che dialogheranno sulla scena con le creazioni originali dei coreografi, musicisti e video-artisti provenienti dall'Asia, dall'Africa e dal Sud America. 

Ad essere presente alla conferenza è stata proprio Lucina Childs, icona della postmodern dance, Leone d'Oro alla Biennale danza di Venezia, che ha espresso il suo orgoglio di portare sulla scena, ancora una volta la sua danza in connubio con la musica di Glass, una collaborazione quella dei due artisti che dura da 50 anni, e "una musica che lascia ancora spazio allo stupore e alla commozione".

Musica che secondo la coreografia viene sempre prima della danza “il mio primo approccio è quello di ascoltare la musica, e farla diventare parte del processo ideativo e creativo. Provo a non illustrarla ma piuttosto a creare un dialogo gioioso".

Anche Michele Pogliani, ex danzatore della compagnia di Lucina Childs, con la quale ha partecipato anche al tour mondiale dell'opera Einstein on the Beach di Wilson e Glass, ed oggi fondatore della compagnia MP3, si mostra emozionato nel riferire che questo "è un sogno di 40 anni di carriera che si realizza, non avevo mai osato utilizzare le musiche del Maestro".

Per la danza andranno in scena creazioni di Lucinda Childs, della brasiliana Cassi Abranches, formatasi e ora coreografa residente nel celebre complesso Grupo Corpo, del giapponese Shintaro Hirahara, autore delle coreografie per le cerimonie di apertura e chiusura delle ultime Olimpiadi di Tokyo, di Michele Pogliani e la compagnia MP3, che sarà interprete di tutte le coreografie, con l’eccezione del performer sudafricano Llewellyn Mnguni che sarà in scena con la propria creazione.

I riferimenti musicali multiculturali di Philip Glass sono evocati dagli arrangiamenti originali del musicista turco Kudsi Erguner massimo esponente della tradizione musicale Sufi, del compositore sud-africano Philip Miller noto per la sua attività a fianco di William Kentridge, da Roberta Cuña Valente con il suo ensemble di musica brasiliana “Choro”, da Mana Yoshinaga virtuosa del kotò, lo strumento tradizionale giapponese e infine da Anna-Liisa Eller virtuosa del kannel, strumento tradizionale dell’Estonia che eccezionalmente chiuderà i due eventi con la sua esibizione live. Le esecuzioni live degli Etudes per piano saranno eseguite dal giovane pianista Jacopo Petrucci.

Per la componente video-arte sono parte dei due eventi straordinari la celebre video artista iraniana-americana Shirin Neshat Leone d’oro alla Biennale Arte di Venezia nel 1999, il giapponese Hiroshi Sugimoto, Praemium Imperiale nel 2009, l’artista multimediale Fabio Cherstich e il collettivo italiano Anagoor che si è imposto all’attenzione internazionale proprio per la contaminazione tra teatro, video-arte e performance.

La musica di Glass è una musica che unisce, non solo artisti ma intere generazioni, accorciando sempre di più i confini geografici e anagrafici.

 

Alessia Fortuna

17 marzo 2024

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori