Mercoledì, 30 Novembre 2022
$ £

Francesca Vitale ci parla del Milano Off Fringe Festival e del Catania Off Fringe Festival

Dal 18 settembre al 2 ottobre 2022 si svolgerà la quarta edizione del Milano Off Fringe Festival,  con la direzione artistica di Renato Lombardo e Francesca Vitale. Un evento ricco che animerà la città con 52 spettacoli di altrettante compagnie nazionali e internazionali e altri 84 eventiche coinvolgeranno strutture teatrali, location non convenzionali, associazioni, enti e istituzioni, dal centro alla periferia. Per capire meglio cosa possiamo aspettarci abbiamo intervistato Francesca Vitale.

 

Siete pronti per questa quarta edizione?

Siamo pronti e ci aspettiamo di vivere un Fringe vero e proprio, un periodo durante il quale nei vari luoghi di Milano sarà possibile vivere i quartieri animati da progetti indipendenti di teatro, la città di venterà un palcoscenico. È vero che la prima settimana coinciderà con quella della moda, ma siamo sicuri che ci sarà una buona risposta da parte del pubblico.

 

Il Fringe è un modo in più per portare il teatro alle persone più che le persone a teatro?

Lo scopo è proprio quello di uscire fuori dagli schemi e proporre l’arte in maniera indipendente. Chiunque può prenderne parte. Noi ovviamente facciamo una selezione solo perchè abbiamo pochi spazi  a disposizione però, da quello che abbiamo visto nelle edizioni precedenti, c’è veramente grande voglia di esserci anche da parte del pubblico di vedere nuove proposte di applaudire le performance più belle, ma anche semplicemente di stare insieme, all’aperto o al chiuso conta poco. L’idea di pensare a spazi alternativi è un in più che aiuta sicuramente a far riavvicinare le persone all’arte teatrale.

Dal 16 ottobre al 30 ottobre il Fringe si sposta in Sicilia, a Catania dove sarà in scena il Catania Off Fringe Festival… 

Catania si è aggiunta perchè è città solare piena di vita e questa prima edizione è una sfida una novità per noi e per il pubblico. Speriamo che sia bella novità e di trovare una buona risposta da parte del pubblico, anche perchè ci saranno oltre 300 repliche di almeno 40 compagnie nazionali e internazionali, selezionate tramite bando internazionale, quindi l’offerta non mancherà.

 

Quali sono i temi principali che verranno affrontati dagli spettacoli selezionati?

Avremo focus su svariate tematiche come la giustizia o il mondo LGTB. Ci tengo a citare gli spettacoli dedicati alla violenza domestica, economica e psicologica contro le donne, come ad esempio “Frammenti di donna”, creato grazie alle storie e alle testimonianze che sono state raccolte dalle associazioni di supporto. La nostra attenzione è aperta su tutti i fronti come ad esempio le repliche degli spettacoli teatrali “pet friendly” con gli amici a 4 zampe che potranno essere portati a teatro dai loro padroni, questa sarà un’esperienza nuova e che verificheremo direttamente sul campo a tante cose repliche pet friendly con amici a 4 zampe a teatro esperienza che verificheremo sul campo.

 

 

Il vostro festival è entrato a far parte della World Fringe community, un’opportunità in più per gli spettacoli che parteciperanno, ma soprattutto per quelli che vinceranno…

Sì, abbiamo legato delle partnership con svariati Fringe del mondo: Adelaide, Orlando, Hollywood, New York, Stoccolma, Gothenburg, Edimburgo, e l’elenco è sempre in divenire. Ci sarà uno spettacolo che andrà a New York a spese del teatro che lo ospiterà e altri che potranno vincere work shop molto ambiti. Inoltre c’è un premio in denaro di 1000 euro assegnato dai ragazzi delle scuole che vedranno gli spettacoli e saranno chiamati a dare un loro giudizio…

 

 

 

Enrico Ferdinandi

10 settembre 2022

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori