Venerdì, 23 Luglio 2021
$ £

Le vite nascoste dei colori di Laura Imai Messina: un romanzo profondo, ricco delle infinite sfumature che la vita ti offre

Recensione del libro Le vite nascoste dei colori di  Laura Imai Messina edito da Giulio Einaudi editore

 

Una storia luminosa e potente che con le innumerevoli sfumature del colore guarisce dalle ferite dell’animo. Un libro delicato e profondo che ti catapulta in una magica atmosfera, quasi fiabesca in cui il colore regna sovrano e ti avvolge in un caldo abbraccio.

Mio è una bambina e poi una giovane donna cresciuta in un ambiente pieno di colori, la sua famiglia infatti confezionava e tinteggiava kimono da sposa. Ha un dono particolare che ha poi affinato, riesce a vedere e a descrivere nel dettaglio ogni piccola sfumatura dei colori.

nero mezzanotte con una punta di luna, indaco che sa di mirtillo, giallo della pesca matura un attimo prima che si stacchi dal  ramo…”

Un dono che però la rende, particolare, diversa dalla sua famiglia e fonte di preoccupazione per sua madre che ha provato invano a renderla più simile a loro. Voleva attribuire un colore ad ogni persona che incontrava finché non ha incontrato qualcuno che non riusciva a catalogare… Aoi.

Osservando le scarpe da ginnastica di Aoi, i nei sulle braccia, sorridendo per la passione infantile che aveva per i chupa-chups, Mio riconobbe la sensazione che si prova nel far entrare qualcuno nella propria vita. Sapeva già che lo avrebbe amato, e le sarebbe aumentata la voglia di essere viva, una gioia senza misura - tanto il respiro avrebbe superato la capacità della cassa toracica. E insieme ecco il nervosismo, la calma che si perdeva, il batticuore in attesa di una telefonata, le tattiche deficienti con cui amministrare un gioco di cui lei stessa, come chiunque in amore, ignorava le regole.”

Aoi è sempre stato anche lui un bambino particolare poiché ha  avuto da sempre uno stretto rapporto con la morte dato che la sua famiglia gestiva e ora lui ha rilevato, un impresa di pompe funebri. Il suo è un lavoro di accudimento e di preparazione sia dei morti sia dei loro parenti che restano.

 Si sono incontrati perché lui voleva rinnovare l’agenzia  e si è rivolto a Pigment, il negozio in cui lavora Mio. Ma questo incontro che sembra cosi casuale stravolgerà le loro vite, farà aprire Mio all’amore che considerava alla stregua di una malattia e le rivelerà un segreto importante di   sua madre.

L’autrice, Imai Messina, ci trasporta in un mondo quasi fiabesco ricco di colori ed emozioni delicate vissute intensamente dai protagonisti. Con i colori dipinge attraverso dettagliate descrizioni, con sfumature dal sapore antico la Tokyo dei nostri giorni e i personaggi che incontriamo. 

I protagonisti sono due personaggi che sembrano percorrere percorsi paralleli, quasi opposti in alcuni momenti; due vite molto diverse che si scopriranno poi non così lontane. Una lavora con la morte, le  emozioni, l`altra con i colori e le emozioni allo stesso tempo. Aoi è daltonico mentre Mio vede intensamente i colori. Pian piano nonostante le differenze, forse anche un po’ a causa di esse, si insinueranno l’uno nella vita e nei pensieri dell’altro senza riuscire più a fare a meno l’uno dell’altro.

Il linguaggio utilizzato è elaborato, ricco di aggettivi, un po’ aulico  ma non di difficile comprensione. Descrive l’autrice con dovizia di particolari i luoghi e le atmosfere giapponesi trasmettendo un sentimento quasi di nostalgia per luoghi che non sempre il lettore ha visitato. Sembra quasi di essere lì, trasportati in queste magnifiche atmosfere così lontane da noi eppure così anelate.

I personaggi sono poco descritti fisicamente ma è ben chiara e evidente la loro interiorità, le loro emozioni e il loro vissuto.  Impariamo a conoscerli dall’infanzia ed è poi difficile alla fine del libro lasciarli andare.

C’è solo una piccola pecca, se così la si può definire,  nel romanzo  quando l'autrice scrive il nome dei colori con gli ideogrammi giapponesi a volte la traduzione in italiano non è subito scritta accanto e ciò può confondere il lettore. Al termine del romanzo però troviamo un dettagliato glossario dei colori.

Le vite nascoste dei colori è un romanzo immenso, intenso, ricco di colori ed emozioni che regaleranno gioie e speranze al lettore. Un libro a nostro parere assolutamente da leggere.

 

Laura Imai Messina

È nata a Roma e da quindici anni vive a Tokyo. È autrice di Quel che affidiamo al vento (Piemme 2020) e di Tokyo tutto l’anno. Viaggio sentimentale nella grande metropoli (Einaudi 2020).

 

Debora Fusco

15 luglio 2021

 

Informazioni

Le vite nascoste dei colori

Di Laura Imai Messina

Giulio Einaudi editore

Pag. 328

Cartaceo  €18,50

eBook  € 9,99

 

 

 

Stanza a tre

Vincitore terza edizione concorso #inplatea

10/11 dicembre 2019- teatro Trastevere (Roma)

 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori