Venerdì, 22 Novembre 2019
$ £

Sol Gabetta inaugura il 7 novembre al Teatro Argentina la stagione concertistica n. 199 dell’Accademia Filarmonica Romana

Si avvicina il traguardo 200. Manca solo un anno infatti per festeggiare la stagione n. 200 dell’Accademia Filarmonica Romana e quella firmata dal direttore artistico Andrea Lucchesini, la n. 199 per il 2019-20, segna e consolida le linee guida che da sempre in due secoli di storia hanno distinto l’attività dell’istituzione romana. A partire dalla grande musica da camera e da solisti d’eccezione presenti con il ciclo di concerti al Teatro Argentina ‒ quest’anno tredici, ad inaugurarlo la violoncellista Sol Gabetta il 7 novembre e poi fra i vari appuntamenti l’integrale dei Quartetti per archi di Beethoven ‒.

La danza al Teatro Olimpico, dalla immaginifica Alice dei Momix al nuovo lavoro ispirato ai Pink Floyd del celebre coreografo/regista russo-belga Micha van Hoecke dal titolo SHINE. Pink Floyd Moon. Gli appuntamenti della Sala Casella, alla ricerca di una dimensione più raccolta fra pubblico e interpreti, fucina creativa fra lezioni divulgative, debutti di nuovi talenti, incontri inediti fra musica e letteratura, concerti di musica contemporanea. Infine la formazione, su cui la Filarmonica vigila da sempre con attenzione, con progetti che coinvolgono giovani musicisti e ragazzi di ogni età, dagli studenti ai neonati con il nuovo laboratorio Musicainfasce.

L’INAUGURAZIONE DEI CONCERTI AL TEATRO ARGENTINA
L’inaugurazione concertistica sarà dunque al Teatro Argentina, dove, rinsaldando la collaborazione con il Teatro di Roma, dal 7 novembre al 2 aprile saranno tredici gli appuntamenti (il giovedì alle ore 21) con la grande musica, attraverso vari percorsi d’ascolto, pensati per un pubblico curioso ed esigente e affidati a interpreti di altissimo livello.
L’apertura, come si è già anticipato, sarà affidata il 7 novembre alla maestria della violoncellista Sol Gabetta che si affianca sul palco al pianista Nelson Goerner, entrambi argentini, musicisti eccellenti con la passione per la musica da camera, e una predilezione per quella meno conosciuta. Un programma in cui alcuni capolavori di Schubert, Brahms e Franck per violino e pianoforte vengono rivisitati attraverso la profonda cantabilità del violoncello.
Per omaggiare il 250° anniversario della nascita di Beethoven, si è scelto di eseguire l’integrale dei suoi Quartetti per archi, genere che il musicista di Bonn predilesse e coltivò lungo tutta la sua vita, specchio del suo pensiero creativo. Quattro i concerti che vedranno alternarsi formazioni tra le più affermate e interessanti della scena internazionale a comporre l’intero ciclo: sono il Quartetto Pavel Haas (5 dicembre), il Belcea Quartet (6 febbraio), il Jerusalem Quartet (20 febbraio) e il Quartetto Hagen (26 marzo), cui si aggiungono, a completare il ciclo, i due concerti in Sala Casella del giovane Quartetto Lyskamm, in residenza triennale presso la Filarmonica.
Ci sarà spazio anche per il pianoforte con quattro recital che portano all’Argentina Filippo Gamba musicista cosmopolita e “filosofo del pianoforte” (14 novembre), la magia del suono di Piotr Anderszewski, assente da Roma da ben otto anni, un’occasione preziosa per ascoltare di nuovo uno dei pianisti più interessanti di oggi alle prese con un raffinato programma “contrappuntistico” (28 novembre, ore 20). Sarà poi la volta del virtuosismo smagliante di Denis Matsuev (27 febbraio) erede della grande tradizione pianistica russa, e del giovanissimo Filippo Gorini (12 dicembre), appena ventitreenne e già lanciato verso una brillante carriera internazionale, sicuramente uno dei migliori talenti della nuova generazione di pianisti del nostro paese e non solo.
Particolari anche tre progetti: uno dedicato al barocco e al teatro musicale dell’epoca incentrato sulla figura di Giulio Cesare, con Raffaele Pe controtenore fra i più apprezzati della nuova generazione e l’ensemble La Lira di Orfeo (23 gennaio), il secondo riannoda i fili della passione musicale di Marcel Proust, ascoltando brani dalla sua Recherche insieme alle musiche che ne hanno ispirato molte pagine, nell’interpretazione di tre strumentisti di primo piano quali Marco Rizzi al violino, Giovanni Gnocchi al violoncello e Roberto Cominati al pianoforte e la voce di un attore (13 febbraio). Infine la serata Alla ricerca di Orfeo, intorno al mito che ha ispirato da sempre la fantasia di artisti e letterati, musicisti e drammaturghi, fra passato e presente, protagonista l’attrice Laura Torelli e l’ensemble L’Astrée (5 marzo).
La conclusione del ciclo di concerti ci riporta il 2 aprile alla formazione di duo, col celebre violinista danese Nikolaj Znaider e il versatile pianista Robert Kulek, di nuovo a Roma dopo la loro ultima apparizione di sette anni fa, impegnati in un intenso programma tra Beethoven e il ‘900.

LA DANZA AL TEATRO OLIMPICO
Il Teatro Olimpico accoglierà le “Giornate della Danza di Roma”, in cui si potranno apprezzare i tanti e diversi volti della danza di oggi. Dopo il nuovo spettacolo firmato da Miguel Ángel Zotto fra i più famosi ballerini di tango al mondo, che ad ottobre ha portato in scena Te siento… tango, atteso è il ritorno dei leggendari MOMIX, che dal 12 febbraio all’1 marzo ripresentano a un anno dal debutto mondiale (avvenuto proprio sul palco dell’Olimpico), Alice, l’ultima creazione dell’immaginifico Moses Pendleton ispirata alla favola di Lewis Carroll, spettacolo che il pubblico romano ha accolto con enorme successo. In occasione della ripresa, verrà allestita una mostra con alcuni scatti di Pendleton, da sempre appassionato fotografo.
Si ispira ai Pink Floyd il nuovo lavoro del celebre coreografo/regista russo-belga Micha van Hoecke dal titolo SHINE. Pink Floyd Moon. Per la prima volta a Roma, dopo il debutto il prossimo giugno al Ravenna Festival, sarà in scena dal 3 all’8 marzo. Accompagnato dal vivo dal sound psichedelico e ipnotico della band Pink Floyd Legend, e interpretato dai solisti e corpo di ballo Compagnia Daniele Cipriani, lo spettacolo parte dal famoso brano Shine on You Crazy Diamond in cui i Pink Floyd rendevano omaggio al loro compagno Syd Barrett che si era perso nelle regioni sconosciute della “luna”, intesa come malattia mentale. Così SHINE è un viaggio nel mondo della luna, non solo (o forse non più) luogo di follia e senno smarrito, bensì simbolo della poesia, della fantasia, della vita stessa.
Ultimo appuntamento con la danza sarà con i Sonics, che dal 31 marzo al 5 aprile mettono in scena DUUM, spettacolo ambientato nella valle di “Agharta”, mondo leggendario e segreto situato nelle viscere della Terra di cui i Sonics, tra i primi rappresentanti italiani al mondo del teatro acrobatico aereo, immaginano le vibrazioni, i colori, i ritmi e gli equilibri. Un mondo fatto di cunicoli e grotte in cui gli abitanti si muovono tra salti nel vuoto e acrobazie da lasciare il pubblico col fiato sospeso.

I CONCERTI E I PROGETTI DELLA SALA CASELLA
La Sala Casella, nei Giardini della Filarmonica, si conferma spazio multiforme e aperto ad ospitare nuovi progetti, incontri, lezioni, in una dimensione più raccolta rispetto alle grandi sale da concerto, che permettano un contatto più diretto e colloquiale fra il pubblico e gli artisti.
La Sala accoglierà  la seconda edizione, dopo il successo della scorsa stagione, delle Lezioni di musica di Giovanni Bietti, in collaborazione con Rai-Radio 3. Per l’attesa ricorrenza beethoveniana del 2020, a partire dal 9 febbraio, con cadenza mensile, Bietti dedicherà il ciclo delle lezioni dal titolo Era Beethoven, sarà Beethoven al musicista di Bonn, approfondendo il suo legame con la musica del passato, esplorando il dialogo con la generazione romantica, parlando dell’eredità moderna e contemporanea della sua musica. Ad accompagnarlo nel racconto e ad eseguire la musica, saranno il Quartetto Guadagnini, il Trio Metamorphosi e il pianista Filippo Gamba.
Dopo il successo della passata edizione, al via il 17 novembre con il recital pianistico di Stefano Andreatta un nuovo ciclo di incontri di Chopin e… cinque concerti affidati agli allievi dei Corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e al Trio Kanon, in cui sarà ancora la musica di Chopin a dialogare con la scrittura compositiva di altri autori, scelti tra coloro che hanno dedicato al pianoforte e alla musica da camera una significativa stagione creativa.
Confermata anche l’attenzione verso la nuova musica con la quinta edizione di Assoli, protagonisti giovani solisti impegnati in diverse prime esecuzioni di lavori provenienti da ambiti culturali differenti, in un inedito dialogo internazionale. L’inaugurazione (24 gennaio) sarà un omaggio alla musica di Marco Stroppa, compositore fra i primi in Italia ad aver approfondito lo studio della musica elettronica con una lunga collaborazione all’IRCAM di Parigi, attento studioso di informatica, scienze cognitive e intelligenza artificiale. Ad eseguire la sua musica, alternandola a quella di Kurtág, sarà il pianista Erik Bertsch.
Il dialogo fra musica e letteratura sarà mantenuto vivo dagli appuntamenti fra gennaio e marzo, organizzati in collaborazione con l’Associazione Fabrica con la partecipazione di attori, musicisti, cantanti fra racconti e suoni da tutto il mondo.
Infine, si rinnova la collaborazione con la Società Umanitaria per la promozione di giovanissimi talenti italiani vincitori del Concorso di esecuzione musicale che la storica istituzione milanese riserva ai migliori studenti di conservatori e istituti musicali internazionali, cui la Filarmonica dà la possibilità di esibirsi in concerto, in tre appuntamenti che saranno programmati nella prima parte del 2020.

QUARTETTO LYSKAMM IN RESIDENZA
Secondo anno di residenza per il Quartetto Lyskamm, formazione nata nel 2008 e che nel 2016 ha vinto il premio speciale per la musica da camera intitolato alla memoria di Claudio Abbado assegnato dal Borletti Buitoni Trust. Ospite di numerose società concertistiche in Italia e in Europa, il Lyskamm è impegnato alla Filarmonica in un progetto triennale che si lega all’integrale dei Quartetti per archi di Beethoven in parallelo ai concerti all’Argentina, eseguendo durante la sua residenza tutto il ciclo dei sei Quartetti per archi op. 18 e l’op. 74, cui affianca i sei Quartetti per archi di Bartók e un brano di musica contemporanea. Per questa stagione il primo dei due concerti in Sala Casella (il 10 novembre), affiancherà l’op. 18 n. 6 di Beethoven e il Quartetto n. 6 di Bartók a 7 (2004) di Emanuele Casale, compositore con una particolare attenzione per la musica elettroacustica. Oltre ai concerti in Sala Casella il Lyskamm porterà la musica nelle scuole, con una serie di incontri in collaborazione con alcuni Istituti della provincia di Roma.

L’ATTIVITÀ FORMATIVA
Avviato nella scorsa stagione, RossiniLab è il progetto quinquennale ‒ condotto da Cesare Scarton e Giovanni Battista Rigon ‒ destinato a giovani cantanti, strumentisti e maestri collaboratori, finalizzato alla realizzazione delle cinque farse veneziane di Gioachino Rossini. Risultato del primo anno di lavoro è stata La cambiale di matrimonio andato in scena il 12 e 13 ottobre al Teatro di Villa Torlonia, protagonisti i corsisti del laboratorio, accompagnati dall’ensemble strumentale formato dagli studenti dei Corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Per il 2019-20 si lavorerà invece su L’inganno felice farsa che sarà messa in scena nell’autunno 2020.
Molto seguiti da genitori e bimbi, sono i concerti di Allegro Capriccioso rivolti a bambini dai 0 ai 3 e dai 3 ai 5 anni per l’apprendimento musicale secondo il metodo ideato dallo statunitense Edwin E. Gordon, la Music Learning Theory, che verrà impartito dai docenti dell’Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale (AIGAM). La Filarmonica organizza una serie di incontri la domenica mattina lungo tutto l’arco di stagione, cui da quest’anno affianca anche Musicainfasce, un nuovo laboratorio per bambini da 0 a 3 anni a cadenza settimanale, curato da Nora Iosia.
Nuova è anche l’iniziativa del workshop di divulgazione musicale Far scoprire la musica che partirà ad ottobre, in cui saranno coinvolti esperti del settore (Giovanni Bietti, Susanna Pasticci, Antonio Rostagno, Enrico Bronzi) per formare giovani divulgatori nell’intento di promuovere e sostenere la diffusione della cultura musicale.
Preziosa come ormai ogni anno è la collaborazione con AsLiCo per il progetto OperaEducation dedicato ai ragazzi dai 3 ai 18 anni. L’edizione 2019-20 si concentrerà su Rigoletto di Verdi, con due diversi spettacoli collegati a progetti didattici specifici per le fasce di età dai 3 ai 15 anni, che verranno delineati durante l’anno scolastico, in collaborazione con le scuole di Roma e provincia: si tratta di Opera Kids (3-6 anni) e Opera Domani (6-15 anni), volti a elaborare strategie didattiche e teatrali coinvolgenti, divertenti, ma soprattutto adatte ognuna al proprio pubblico di riferimento. Il 17 e 18 marzo in Sala Casella sarà di scena lo spettacolo conclusivo di Opera Kids Il guardiano e il buffone, ossia Rigoletto (che ride e che piange) (drammaturgia e regia di Simone Faloppa e Riccardo Olivier), il 28 e 29 aprile al Teatro Olimpico per Opera Domani toccherà a Rigoletto. I misteri del teatro per la regia e adattamento drammaturgico di Manuel Renga.
Si conferma la collaborazione con la Fondazione Valentino Bucchi il cui premio è collegato ad una serie di iniziative che investono il campo dell’arte, della cultura, dell’informazione e della ricerca con particolare riferimento, anche per fine statutario, al XX e XXI secolo. In Sala Casella il 24 novembre si terrà il concerto dei finalisti del 40° Concorso di Composizione, affidato all’ensemble Imago Sonora diretto da Andrea Ceraso.
A chiusura di stagione, nel maggio 2020 prenderà il via la seconda edizione ‒ dopo la fortunata prima edizione che si è appena conclusa con oltre cinquanta iscritti da tutto il mondo ‒ di Newmusic Week workshop sulla musica d’oggi rivolto a compositori e strumentisti che prevede un corso di composizione e analisi e una masterclass sulla prassi esecutiva strumentale contemporanea nel repertorio solistico e da camera. A tenere i corsi saranno l’mdi ensemble di Milano una delle realtà più accreditate e attive nel panorama della nuova musica, insieme a un compositore di fama internazionale e un giovane talento, sempre in ambito compositivo.

IL FINALE DI STAGIONE NEI GIARDINI DELLA FILARMONICA
Sulla scia del successo del Bach Day che ha appena concluso la stagione 2018-19, sarà un Beethoven Day ovvero una giornata tutta dedicata al musicista di Bonn a chiudere quella 2019-20. Un omaggio sentito, in occasione del 250 anni della nascita di Beethoven, che si aggiunge alle altre due iniziative in programma durante l’anno, l’esecuzione integrale dei Quartetti per archi summa del suo pensiero compositivo, e le Lezioni di musica a cura di Giovanni Bietti. E sarà proprio Bietti, affiancato da giovani talenti e interpreti affermati, a tessere le fila di questa lunga giornata, dal primo pomeriggio a tarda sera, una piccola maratona musicale in cui si suonerà e si racconterà di Beethoven, esplorando aspetti meno noti.

 

Stagione 2019-20


2019

anteprima stagione 2019-20

TEATRO DI VILLA TORLONIA
sabato 12 ore 21 e domenica 13 ottobre ore 18
LA CAMBIALE DI MATRIMONIO
farsa in un atto
libretto di Gaetano Rossi
musica di Gioachino Rossini

Tobia Mill Matteo Nardinocchi
Fanny Claudia Nicol Calabrese / Chiara Marani / Sachi Nogami
Edoardo Edoardo Ferrari
Slook Giulio Iermini
Norton Ivan Caminiti
Clarina Francesca Copertino / Caterina Dellaere / Agnese Gallenzi

pianisti Maria Laura Berardo / Annie Corrado

direttore e maestro al cembalo Giovanni Battista Rigon
regia Cesare Scarton

Ensemble degli studenti dei Corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

nell’ambito del progetto RossiniLab dell’Accademia Filarmonica Romana
produzione Accademia Filarmonica Romana
con il patrocinio della Fondazione Rossini e la collaborazione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia


inaugurazione Giornate della Danza di Roma

TEATRO OLIMPICO
da martedì 15 a domenica 27 ottobre
da martedì a sabato ore 21, domenica ore 18, lunedì riposo
TE SIENTO / MIGUEL ÁNGEL ZOTTO
con Miguel Ángel Zotto, Daiana Guspero
e i ballerini della Compagnia Tangox2

Giornate della Danza di Roma
dell’Accademia Filarmonica Romana e Teatro Olimpico


inaugurazione stagione concertistica

TEATRO ARGENTINA
giovedì 7 novembre ore 21
SOL GABETTA e NELSON GOERNER

Sol Gabetta violoncello
Nelson Goerner pianoforte

musica di Brahms, Franck, Schubert
SALA CASELLA
domenica 10 novembre ore 17.30
QUARTETTO LYSKAMM

Cecilia Ziano violino
Clara Franziska Schoetensack violino
bFrancesca Piccioni viola
Giorgio Casati violoncello

musica di Bartók, Beethoven, Casale
Ciclo integrale dei Quartetti per archi di Beethoven


TEATRO ARGENTINA
giovedì 14 novembre ore 21
FILIPPO GAMBA

Filippo Gamba pianoforte

musica di Beethoven, Brahms, Debussy

in collaborazione con l’Associazione Annarosa Taddei


SALA CASELLA
domenica 17 novembre ore 17.30
CHOPIN E…  

Stefano Andreatta pianoforte

musica di Chopin e Rachmaninoff

in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia


SALA CASELLA
domenica 24 novembre ore 17.30
PREMIO VALENTINO BUCCHI
Finale del 40° Concorso internazionale Valentino Bucchi per la composizione

voce solista in via di definizione
Imago Sonora ensemble
Andrea Ceraso direttore

prime esecuzioni assolute di A. Cappelletto, Do Nascimiento, Minaglia,
Noce, Vetrano, Yamamoto


TEATRO ARGENTINA
giovedì 28 novembre ore 20
PIOTR ANDERSZEWSKI

Piotr Anderszewski pianoforte

musica di Bach, Beethoven, Schumann



TEATRO ARGENTINA
giovedì 5 dicembre ore 21
PAVEL HAAS QUARTET
Veronika Jarůšková violino
Marek Zwiebel violino
Jiří Kabát viola
Peter Jarůšek violoncello

musica di Beethoven
Ciclo integrale dei Quartetti per archi di Beethoven


TEATRO ARGENTINA
giovedì 12 dicembre ore 21
FILIPPO GORINI

Filippo Gorini pianoforte

musica di Mozart, Schubert, Schumann


SALA CASELLA
domenica 15 dicembre ore 17.30
CHOPIN E…  

Axel Trolese pianoforte

musica di Albeniz, Chopin, De Falla

in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia




2020

TEATRO ARGENTINA
giovedì 23 gennaio ore 21
GIULIO CESARE: UN EROE BAROCCO

Raffaele Pe controtenore
La Lira di Orfeo

musiche del repertorio barocco (Bianchi, Giacomelli, Händel, Piccinni, Pollarolo)


SALA CASELLA
venerdì 24 gennaio ore 20.30
ASSOLI inaugurazione V edizione
Omaggio a Marco Stroppa

Erik Bertsch pianoforte

musica di Kurtág e Stroppa


SALA CASELLA
domenica 2 febbraio ore 17.30
CHOPIN E…  

Ludovica Rana violoncello
Maddalena Giacopuzzi pianoforte

musica di Brahms e Chopin

in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia


TEATRO ARGENTINA
giovedì 6 febbraio ore 21
BELCEA QUARTET

Corina Belcea violino
Axel Schacher violino
Krzysztof Chorzelski viola
Antoine Lederlin violoncello

musica di Beethoven
Ciclo integrale dei Quartetti per archi di Beethoven


SALA CASELLA
domenica 9 febbraio ore 17.30
LEZIONI DI MUSICA
Era Beethoven, sarà Beethoven
Beethoven e il Settecento

con Giovanni Bietti e il Quartetto Guadagnini

in collaborazione con Rai-Radio 3


TEATRO OLIMPICO
da mercoledì 12 febbraio a domenica 1 marzo
da martedì a sabato ore 21; il sabato anche ore 17; domenica ore 17. Lunedì riposo
Alice / MOMIX

ideato e diretto da Moses Pendleton
co-direttore Cynthia Quinn

Giornate della Danza di Roma
dell’Accademia Filarmonica Romana e Teatro Olimpico


TEATRO ARGENTINA
giovedì 13 febbraio ore 21
MARCEL PROUST E LA MUSICA
attore in via di definizione
Marco Rizzi violino
Giovanni Gnocchi violoncello
Roberto Cominati pianoforte

musica di Chopin, Debussy, Fauré, Franck, Hahn, Saint-Saëns e letture da Proust


TEATRO ARGENTINA
giovedì 20 febbraio ore 21
JERUSALEM QUARTET

Alexander Pavlovsky violino
Sergei Bresler violino
Ori Kam viola
Kyril Zlotnikov violoncello

musica di Beethoven
Ciclo integrale dei Quartetti per archi di Beethoven


SALA CASELLA
lunedì 24 febbraio ore 20.30
QUARTETTO LYSKAMM
musica di Bartók, Beethoven, Lorusso


TEATRO ARGENTINA
giovedì 27 febbraio ore 21
DENIS MATSUEV

Denis Matsuev pianoforte

musica di Čajkovskij, Rachmaninoff, Prokof’ev


SALA CASELLA
domenica 1 marzo ore 17.30
CHOPIN E…  

Trio Kanon
Lena Yokoyama violino
Alessandro Copia violoncello
Diego Maccagnola pianoforte

musica di Chopin e Mendelssohn

in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia


TEATRO OLIMPICO
da martedì 3 a domenica 8 marzo
da martedì a sabato ore 21, domenica ore 18
SHINE. PINK FLOYD MOON
Viaggio nel mondo della luna

regia e coreografia di Micha van Hoecke
con la band Pink Floyd Legend
e i danzatori della Compagnia Daniele Cipriani

Giornate della Danza di Roma
dell’Accademia Filarmonica Romana e Teatro Olimpico


TEATRO ARGENTINA
giovedì 5 marzo ore 21
ALLA RICERCA DI ORFEO

Laura Torelli voce recitante
Francesco D’Orazio violino
Giorgio Tabacco clavicembalo e direzione
Ensemble L’ASTREE

musica di Bach, Berio, Corelli, Couperin, Gluck, Monteverdi, Vivaldi
letture da Ovidio, Duffy, Marino, Poliziano, Rilke, Striggio, Pavese


SALA CASELLA
domenica 8 marzo ore 17.30
LEZIONI DI MUSICA
Era Beethoven, sarà Beethoven
Beethoven e il Romanticismo

con Giovanni Bietti e il Trio Metamorphosi

in collaborazione con Rai-Radio 3


SALA CASELLA
martedì 17 e mercoledì 18 marzo ore 9.30 e 11
IL GUARDIANO E IL BUFFONE
OSSIA, RIGOLETTO (CHE RIDE E PIANGE)
tratto da Rigoletto di Giuseppe Verdi
drammaturgia e regia di Simone Faloppa e Riccardo Olivier
in collaborazione con Eco di Fondo
drammaturgia musicale di Giorgio Martano
spettacolo con pianista, cantante e attore (cast in via di definizione)

in collaborazione con AsLiCo
OPERA KIDS - XII EDIZIONE progetto per la scuola dell’infanzia e le famiglie - consigliato dai 3 ai 6 anni


TEATRO ARGENTINA
giovedì 26 marzo ore 21
QUARTETTO HAGEN

Lukas Hagen violino
Rainer Schmidt violino
Veronika Hagen viola
Clemens Hagen violoncello

musica di Beethoven
Ciclo integrale dei Quartetti per archi di Beethoven


SALA CASELLA
domenica 29 marzo ore 17.30
CHOPIN E…  

Andrea Napoleoni pianoforte

musica di Bach e Chopin

in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia


TEATRO OLIMPICO
da martedì 31 marzo a domenica 5 aprile
da martedì a sabato ore 21, domenica ore 18
DUUM / SONICS

creato e diretto da Alessandro Pietrolini
testi e regia di Antonio Villella, Alessandro Pietrolini
direzione coreografica Federica Vaccaro
costumi di Ileana Prudente, Irene Chiarle

Giornate della Danza di Roma
dell’Accademia Filarmonica Romana e Teatro Olimpico


TEATRO ARGENTINA
giovedì 2 aprile ore 21
NIKOLAJ ZNAIDER e ROBERT KULEK

Nikolaj Znaider violino
Robert Kulek pianoforte

musica di Beethoven, Korngold, Schoenberg, R. Strauss


SALA CASELLA
domenica 19 aprile ore 17.30
LEZIONI DI MUSICA
Era Beethoven, sarà Beethoven
Beethoven, il Novecento e oltre

con Giovanni Bietti e il pianista Filippo Gamba

in collaborazione con Rai-Radio 3


SALA CASELLA
domenica 26 aprile ore 17.30
I PRIMI TRII DI BEETHOVEN
con gli allievi dei Corsi di Alto perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

musica di Beethoven

in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia


TEATRO OLIMPICO
martedì 28, mercoledì 29 aprile ore 9.15 e ore 11.15
RIGOLETTO. I MISTERI DEL TEATRO
regia e adattamento drammaturgico Manuel Renga
scene e costumi Aurelio Colombo
cantanti AsLiCo
Orchestra 1813

In collaborazione con AsLiCo
Opera domani - XXIV EDIZIONE
Il progetto che invita all’opera il pubblico di domani - consigliato dai 6 ai 13 anni


SALA CASELLA E GIARDINI
domenica 10 maggio dalle ore 15.30
BEETHOVEN DAY
a cura di Giovanni Bietti


Sono inoltre confermate le rassegne  “Giovani talenti in concerto” in collaborazione con la Società Umanitaria, “Musica e Letteratura” in collaborazione con l’Associazione Fabrica, e “Assoli” rassegna di musica contemporanea.


TEATRO DI VILLA TORLONIA – ROMA
da sabato 28 settembre a giovedì 3 ottobre 2019
da martedì a sabato ore 20, domenica ore 18; lunedì 30/9 riposo

TEATRO FLAVIO VESPASIANO – RIETI
lunedì 7 ottobre ore 21

L’EMPIO PUNITO (1669)
dramma per musica in tre atti di Alessandro Melani (1639-1703)
libretto di Giovanni Filippo Apolloni su un testo di Filippo Acciaiuoli
tratto da El burlador de Sevilla y Convidado de piedra (1616) di Tirso da Molina

prima rappresentazione a Roma in epoca moderna

Personaggi                Interpreti
Atrace, Re di Macedonia        Alessandro Ravasio
Ipomene                Michela Guarrera
Cloridoro                Sonia Tedla
Atamira                Sabrina Cortese
Acrimante                Mauro Borgioni
Bibi                    Giacomo Nanni
Delfa                    Alessio Tosi
Tidemo                Riccardo Pisani
Corimbo / Telefo            Luca Cervoni
Proserpina                Carlotta Colombo
Niceste / Capitan della Nave /
Caronte / Demonio            Guglielmo Buonsanti
Due Pastorelle            Carlotta Colombo, Luca Cervoni

Alessandro Quarta direttore
Reate Festival Baroque Ensemble
Cesare Scarton regia
Michele Della Cioppa scene
Flaviano Pizzardi motion graphics
Anna Biagiotti costumi
Andrea Tocchio luci

Produzione Reate Festival 2019
in collaborazione con
Accademia Filarmonica Romana, Teatro di Roma,
Teatro dell’Opera di Roma, Fondazione Alberto Sordi per i Giovani

 

Redazione
27 settembre 2019

Informazioni

Accademia Filarmonica Romana
Via Flaminia, 118, 00196 Roma RM
Abbonamenti: Diversi tipi di abbonamento a partire da 80 euro, dalle formule più varie fino all’intera stagione. I biglietti variano a seconda dei concerti e spettacoli da 10 a 43 euro (più diritto di prevendita).
tel. 06 3201752, email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Programma sul sito www.filarmonicaromana.org

La grande musica da camera, solisti ed ensemble d’eccezione, nuove produzioni,
i diversi volti della danza di oggi e i progetti di formazione e divulgazione
segnano la stagione 2019-20 dell’istituzione romana.
Una proposta culturale ampia e diversificata
per un pubblico di tutte le età

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori