Martedì, 07 Febbraio 2023
$ £

Scene da una fotografia 2016

#bandodiconcorso

 

La compagnia teatrale DoveComeQuando (DCQ), nell’ambito del Festival INVENTARIA2016, promuove il concorso fotografico “Scene da una fotografia”, che si propone di far emergere e valorizzare quei lavori fotografici (foto di scena, backstage, ritratti, ecc.) che rivelino un personale approccio all'idea stessa di teatro, che ciascun artista porta con sé, manifestando una propria, definita identità autoriale.

Giunto al traguardo della V edizione, nel 2016 Scene da una fotografia conferma le positive novità introdotte negli ultimi anni. La prima è la sua totale gratuità per i partecipanti: nessuna quota di iscrizione è prevista e le domande vanno presentate via email senza costi di spedizione o di segreteria - un investimento da parte di DCQ nell'arte e nella cultura.

 

La seconda positiva conferma dell’edizione 2016 è la partnership con il Laboratorio Fotografico Corsetti, dal 1971 punto di riferimento nella Capitale per la stampa analogica e digitale. Tutte le foto dei finalisti di Scene saranno stampate dal Laboratorio tramite stampa chimica (sistema lambda) su carta fotografica formato 30x40, ed il vincitore esporrà nella storica sede di San Lorenzo (Roma) dal 9 al 15 giugno.

Confermata anche la partnership con la Quasar Design University, che esporrà il progetto vincitore nella sua sede romana dal 16 al 30 giugno. Inoltre, una giuria di qualità, che quest'anno vede tra i giurati Cosimo Chiarelli, Eugenio Corsetti, Riccardo De Antonis e Futura Tittaferrante. In terzo luogo, mediapartnership di alto livello con riviste come Kairos Magazine, Clic.hè e FourMagazine.

Infine, anche per il 2016 il tema del concorso è libero, ed i finalisti esporranno i propri progetti fotografici nel foyer del Teatro dell'Orologio (Piazza Navona) dal 9 al 22 maggio durante il Festival INVENTARIA2016.
REGOLAMENTO

1. REQUISITI

Il premio è rivolto a tutti, italiani e stranieri, con esclusione dei membri di DCQ e dei fotografi di scena che nel tempo hanno collaborato con DCQ.

2. ISCRIZIONE

La partecipazione al concorso è gratuita.

3. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

L’iscrizione al concorso dovrà essere effettuata via e-mail inviando, in pacchetto compresso in formato .zip o .rar di dimensioni pari a 6 MB al massimo complessivi, un progetto fotografico composto da un minimo di 8 a un massimo di 15 immagini in formato .jpeg a 72 dpi, con una risoluzione di non meno di 800 pixel per il lato corto, nominate per cognome e ordine di visione, (es.: Rossi_01) all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

I partecipanti dovranno comunque avere a disposizione i file ad alta risoluzione ai fini della successiva stampa.

All’e-mail dovranno inoltre essere allegati:
a) la scheda di partecipazione, debitamente compilata in tutte le sue sezioni e firmata, con l’elenco delle 4 foto da stampare nel caso l’autore venga selezionato come finalista, e delle ulteriori 4 foto da stampare nel caso l’autore venga proclamato vincitore del concorso;
b) una breve presentazione del progetto fotografico, esplicativa anche dell’attinenza con il mondo del teatro;
c) sono inoltre graditi, ma non obbligatori, il curriculum o delle brevi note biografiche.

Le email d’iscrizione dovranno pervenire entro le 23.59 del 24 MARZO 2016.

è possibile partecipare con massimo due progetti fotografici, compilando due distinte schede di iscrizione.

4. GIURIA

La giuria (vedi anche in calce al bando) è composta da:
- Cosimo Chiarelli / storico della fotografia e della cultura visiva;
- Eugenio Corsetti / giornalista, curatore, fotoreporter e stampatore fotografico;
- Riccardo De Antonis / fotografo e docente della Quasar Design University;
- Futura Tittaferrante / fotografa e set designer;
- Laura Toro / responsabile Scene da una fotografia per la Compagnia DoveComeQuando.

Il giudizio della giuria è insindacabile.

5. SELEZIONE E FINALISTI

I progetti fotografici dei finalisti saranno pubblicati integralmente in apposite sezioni del sito www.dovecomequando.net.

Una selezione di 4 immagini, individuata dagli autori, per ciascun progetto finalista sarà esposta nel foyer del Teatro dell’Orologio per tutta la durata del Festival INVENTARIA2015 (9-22 maggio 2016).
A tal fine, i finalisti avranno cura di fornire i file in alta risoluzione e provvedere tempestivamente al pagamento della stampa, secondo le modalità indicate dall’organizzazione.
La fotografie saranno stampate dal Laboratorio Fotografico Corsetti al prezzo convenzionato di 22 euro IVA inclusa cadauna, tramite stampa chimica (sistema lambda) su carta fotografica formato 30x40 e montaggio con passepartout bianco.

La mancata fornitura dei file in alta risoluzione delle foto da esporre e/o il mancato pagamento della stampa, entro la data e secondo le modalità che verranno comunicate dall’organizzazione, costituiranno rinuncia al concorso. Il ritiro delle stampe e l’allestimento dello spazio espositivo saranno a cura dell'organizzazione del concorso.
Al termine dell'esposizione dei progetti fotografici, gli autori potranno richiedere, a proprie spese, la restituzione delle stampe.

6. PREMI

Il vincitore sarà proclamato al termine della serata di chiusura del Festival INVENTARIA2016, il 22 maggio 2016.

Il premio per il vincitore consiste:
- nella stampa, a spese degli organizzatori, di 4 foto del progetto vincitore selezionate dall’autore, in aggiunta alle 4 stampate in qualità di finalista, sempre presso il Laboratorio Fotografico Corsetti e nelle stesse modalità di cui sopra;
- nell’esposizione dal 9 al 15 giugno 2016 presso il Laboratorio Fotografico Corsetti, in Via dei Piceni 5/7 - 00185 Roma, delle 8 fotografie stampate del progetto vincitore;
- nell’esposizione dal 16 al 30 giugno 2016 presso gli spazi della Quasar Design University, in Via Nizza, 152 - 00198 Roma, delle 8 fotografie stampate del progetto vincitore;
- nella pubblicazione integrale del progetto vincitore sul webmagazine di fotografia www.clic-he.it.

7. AGEVOLAZIONI PER I PARTECIPANTI

In occasione del Festival INVENTARIA 2016 (9-22 maggio 2016, Teatro dell'Orologio, Roma), tutti i partecipanti al concorso fotografico hanno diritto ad acquistare, per sé o per altre persone, biglietti scontati a 5 euro (costo biglietto intero: 10 euro).

8. DIRITTI, RESPONSABILITÀ E UTILIZZO DEI MATERIALI

In tutti i casi, il copyright delle immagini resta del fotografo o del detentore dei diritti e per l'utilizzo da parte di terzi delle foto occorrerà la sua autorizzazione.

Le immagini del progetto vincitore e dei progetti finalisti entreranno a far parte dell’archivio fotografico online dell’associazione DoveComeQuando, che potrà utilizzarle, debitamente accompagnate dal nome dell'autore, per scopi culturali e promozionali.

Le immagini non vincitrici e non finaliste potranno essere utilizzate e rese pubbliche, debitamente accompagnate dal nome dell'autore, solo nel contesto della manifestazione di cui al presente bando e per la promozione della presente e di future edizioni del concorso.

Tutte le immagini in formato digitale verranno conservate per il tempo necessario alla realizzazione delle varie fasi del concorso. Terminate le operazioni, ne verrà fatta copia di back-up di cui non verrà fatto utilizzo diverso da quelli espressamente previsti in questo bando.

L'Organizzazione si impegna al rispetto delle vigenti norme sulla privacy.
Gli autori manlevano l'organizzazione dalle responsabilità collegate a diritti di terzi (ad esempio la pubblicabilità dei ritratti) assumendosene direttamente la responsabilità.

9. QUESTIONI RESIDUALI

La partecipazione al bando implica l'accettazione integrale del presente regolamento.
Per quanto non espressamente stabilito da questo regolamento, decide la giuria in maniera insindacabile.

10. CONTATTI

www.dovecomequando.net / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / 320-11.85.789
Il presente bando è scaricabile anche dalla pagina www.dovecomequando.net/scenedafoto16.htm

Roma, 14 gennaio 2016

Responsabile del concorso: Laura Toro

Presidente di DoveComeQuando: Pietro Dattola
LA GIURIA


Cosimo Chiarelli
Storico della fotografia e della cultura visiva, Cosimo Chiarelli è ricercatore associato all’Università di Lyon 2 (France). Docente di Storia della fotografia all’Università di Pisa fino al 2011, si è trasferito successivamente in Francia, invitato dalla Biblioteca Nazionale di Parigi. Le sue ricerche riguardano i rapporti tra fotografia e teatro e tra fotografia e antropologia. Fondatore, insieme a Massimo Agus, del festival “Occhi di Scena” (San Miniato 2005-2008), dirige il “Centro per la fotografia dello Spettacolo” di San Miniato (Pisa). Tra le sue pubblicazioni: La matière du mouvement. Photographie et mime corporel (Revue de la BnF, 2012) ; Nostro Sud di Fosco Maraini. Un progetto fotografico incompiuto sul Meridione italiano (con Elisa Ciani, Alinari 2010), Fotografia e Teatralità, (con Massimo Agus, Titivillus 2008), David Lees. L’Italia nelle fotografie di LIFE (Firenze Mostre 2003).

Eugenio Corsetti
Giornalista, curatore, fotoreporter e stampatore fotografico, dedito alla fotografia analogica in bianco e nero e alla scrittura. Accumula molteplici esperienze come addetto stampa, curatore di eventi e direttore della fotografia. Si specializza nella fotografia di scena, in particolare quella musicale, collaborando principalmente con la Grinding Halt SRL. Come fotografo di scena, lavora anche con RaiSat ART tra il 2001 e il 2002 e Sky Cult Network tra il 2003 e il 2005. Ha tenuto diversi corsi di fotografia e giornalismo. Al suo attivo numerose mostre personali, tra le quali “Maschere a nudo”(2000) e “Live Solo” (2005). Dal 2011 al 2013 collabora fotograficamente nel progetto Space Metropoliz, a cura di Fabrizio Boni e Giorgio de Finis, intervenendo anche come artista nel Museo dell'Altro e dell’Altrove (MAAM) di Metropoliz.

Riccardo De Antonis
Comincia a occuparsi di fotografia professionale agli inizi degli anni '70, si specializza nella fotografia di reportage antropologico e realizza campagne fotografiche per cataloghi, mostre, volumi di storia dell'arte con importanti case editrici. Tra il 1978 e il 1985 fotografa il teatro contemporaneo tra Roma e Milano e riprende circa 400 spettacoli; parte di questo lavoro viene selezionato ed esposto nel 1984 a Roma, alla Sala Barbo di Palazzo Venezia, e poi di nuovo nel 2003, a cura stavolta del Museo Biblioteca dell'Attore di Genova. Dal 1996 è docente di fotografia presso la Quasar Design University di Roma per i corsi di Fotografia Digitale, Grafica e Comunicazione visiva, Habitat Design, Web&Interaction, Architettura Virtuale e Hypergraphics.

Futura Tittaferrante
La sua formazione varia dalla scenotecnica per il teatro agli allestimenti per set cinematografici, passando in un secondo momento alla fotografia. Da piccola ha in casa una camera oscura e si affaccia alla fotografia con una formazione tecnica propria, raffinandosi grazie a fotografi di scena come Maurizio Buscarino e Marco Caselli Nirmal. Oggi promotrice d’iniziative tese a valorizzare l’utilizzo della fotografia, ha esposto sue mostre personali e curato progetti fotografici tra Bologna, Reggio Emilia, Roma, Napoli e Malta. Ha un suo studio a Trastevere e vive tra Roma e l’estero mantendendo attive collaborazioni come quella con l’Istituto Cinecittà Luce, l'agenzia pubblicitaria TBWA e la Biennale Teatro assieme all’attivita’ di formazione fotografica giovanile per la fondazione culturale Kreattività St. James Cavalier di Malta.

Laura Toro
Tra i soci fondatori di DCQ, ha conseguito un master in Economia e valorizzazione delle istituzioni culturali ed ha collaborato per diversi anni con il Formez per l'area "Beni culturali per lo sviluppo locale". Ha studiato fotografia di scena con Laura Arlotti e cura la documentazione degli spettacoli per la Compagnia e per il Festival Inventaria. Fin dalla prima edizione è responsabile del concorso "Scene da una fotografia".


Redazione
19 gennaio 2016

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori