Giovedì, 25 Aprile 2019
$ £

Gli occhi delle donne dal 19 al 21 ottobre 2018 al TeatroSophia

Dal 19 al 21 ottobre Teatrosophia ospita uno spettacolo tutto al femminile che unisce l’improvvisazione teatrale, il tango e le parole. Un accostamento nuovo che parte da una scintilla, quella dello sguardo, degli occhi. Sono proprio loro che danno il via alle storie d'improvvisazione, gli stessi occhi che danno il là ad un tango. In scena Susanna Cantelmo, anche regista dello spettacolo, Cristiana De Maio, Deborah Fedrigucci, Cristina Longo, Federica Mercuri, Cinzia Zadro.


Dagli occhi parte l'idea, la comprensione, la spinta e il desiderio di creare qualcosa insieme. Da uno sguardo si entra in infiniti mondi dove la donna è protagonista; la donna che vince e che perde, che gode e che soffoca i propri istinti, che a volte sogna o si attacca alla realtà per paura, la donna che si difende o che combatte per un obiettivo, la donna che ride e deride, la donna e i suoi occhi.
Gli occhi delle donne è uno spettacolo in cui senza nessun copione e nessun canovaccio, le improvvisatrici sul palco creeranno storie di ogni tipo e genere, uno spettacolo in cui lo spettatore sarà preso per mano e fatto entrare in un vortice di mondi e di emozioni, fra risate e riflessioni. A passo di tango.

 

Redazione
18 ottobre 2018

 

Informazioni

 

GLI OCCHI DELLE DONNE
improvvisazione teatrale, tango e parole
Idea e Regia: Susanna Cantelmo
Interpreti: Susanna Cantelmo, Cristiana De Maio, Deborah Fedrigucci, Cristina Longo, Federica Mercuri ,Cinzia Zadro
Orario spettacolo: venerdì e sabato ore 21.00
domenica ore 18.00

 

Teatrosophia
via della Vetrina 7 – Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. –  tel: 06.68801089 – 375.5488661
web. www.teatrosophia.com
Biglietti 13€ + 2€ tessera associativa del teatro

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori