Sabato, 16 Febbraio 2019
$ £

DEXTER: La mano sinistra di Dio

Informazioni: SHOWTIME - ANNO 2006-20013 – DRAMA THRILLER – STAGIONI 8 – EPISODI 96 – DURATA EPISODI 50 MIN

Dexter (Michael C. Hall) è un patologo forense della polizia scientifica di Miami. È un ragazzo tranquillo, ben voluto da tutti e con una sorella più piccola che lo adora e lavora con lui. Ma questa è solo apparenza. Quando calano le tenebre Dexter rivela la sua vera anima, lui infatti è un efferato serial killer, ma con delle regole ben precise: uccidere soltanto quei criminali che sfuggono alla mano della giustizia.

 

IN BREVE

Una serie da manuale. Storia avvincente e innovativa nella chiave del ribaltamento dei ruoli, giocata tutta sulla bravura degli attori e sulla splendida scrittura degli sceneggiatori. Una delle prime serie a ri-creare la dipendenza da serie e a far nascere il “fenomeno serie televisiva anni 2000”. Curatissima nei particolari e attenta a tutte le manie del protagonista, la prima volta che si vede “il rito” dell’uccisione non si può che rimanere estasiati dalla bellezza delle immagini. Una delle poche serie a reggere molti anni senza perdere il suo appeal. Ci si chiede ancora oggi, ad anni della sua fine, perché, perché mortificarla con un finale tanto brutto? Bisognerebbe chiamare Dexter e fare giustizia.
VOTO ALLA SERIE: 25/30

CURIOSITA’

- PUNTATA TOP: stag. 1 ep. 3 – La prima volta – Conosciamo il vero volto di Dexter, il suo rito, il suo codice, le sue parole. Ed è subito amore.
- PUNTATA FLOP: stag. 8 ep. 12 – Ricorda i mostri – Come rovinare una serie più che riuscita. Finite le idee si è puntato sul banale, lasciando tutti con l’amore in bocca per quello che sarebbe potuto essere e invece... è subito odio.
- Dexter ha ispirato degli omicidi realmente accaduti: Mark Twitchell, aspirante regista di 29 anni, ha ucciso Johnny Altinger, mentre il 17enne Andrew Conley ha strangolato il suo fratellino di 10 anni.
- Nessuno del cast sapeva quando sarebbe morto il proprio personaggio, perché essere messi al corrente di ciò avrebbe potuto compromettere le performance sul set.
 

 

Marco Baldari

22 marzo 2017

 

 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori