Lunedì, 17 Giugno 2024
$ £

Il galà del premio SOI 2024

Recensione della serata di Gala del  Concorso di Canto Virtuale SOI Scuola dell’Opera Italiana Fiorenza Cedolins al teatro Giovanni da Udine, il 7 giugno 2024.

 

Venerdi 7 giugno si è tenuto ad Udine il Galà del premio SOI, scuola dell’Opera .

Nonostante la concomitanza con la trasmissione su Rai 1 di La Grande Opera Italiana Patrimonio dell’Umanità, organizzato dal Ministero della Cultura, una affollata platea ha applaudito i finalisti del concorso 2024, festeggiato la madrina Fiorenza Cedolins ed acclamato il baritono Franco Vassallo, Premio alla carriera Soi di quest’anno.

La serata vedeva la presenza della FVG Orchestra, diretta dalla bacchetta prestigiosa di Giuliano Carella, che  ha aperto i due momenti della serata con dei brani orchestrali di grande suggestione: l’Intermezzo  dalla ‘Manon Lescaut’ e la sinfonia di ‘Il Barbiere di Siviglia’,nei quali emergono alcuni interventi solistici di bella resa.

La prima parte era dedicata ai vincitori del Premio 2024, partendo dal sesto classificato: Michele  Cerullo, tenore dall’interessante colore che sceglie di riproporre ‘Pourquoi me reveiller’ dal ‘Werther’. Il brano è molto impegnativo e richiederebbe una diversa resa interpretativa. Il suo poeta, infatti, pare più preoccupato di cantare correttamente gli acuti, che esegue adeguatamente,  che di calarci  nella struggente vicenda del giovane innamorato. Mancano la strazio, il coinvolgimento , e l’aria, forse anche a causa di una tendenza della voce ‘ad andare indietro’ risulta più un bel suono che una drammatica narrazione.

.Gagik Vardanyan , quinto,  è un baritono armeno . Mostra  una buona disinvoltura in palcoscenico, fiati notevoli, un colore interessante,  acuti di buona tenuta ma anche una voce marcatamente nasale ed una dizione, comprensibilmente, da migliorare.

Sceglie di riproporre uno dei brani cantati alla finale: ‘Vien Leonora... De’ nemici tuoi’, la complessa  aria  da ‘La favorita’. L’esecuzione è sostanzialmente corretta, ma sarebbe importante un lavoro sulla parola per cogliere  più in profondità la valenza narrativa del pezzo.

 

Yutong Shen è il soprano cinese  classificatosi al quarto posto. 

Propone una lettura delicata di ‘Ah, rendetemi la speme... Qui la voce... Vien diletto ‘da I puritani di Vincenzo Bellini . Nella  prima parte del pezzo riesce ad evocare atmosfere notturne intrise di drammaticità, mentre nella seconda affronta le agilità con misura, senza ricorrere a cadenze pirotecniche e virtuosismi di grande effetto.

 

Anna Graf , soprano russo dalla voce ricca di sfumature e di suggestioni, propone una intensa ‘Lieder der Lulu’ dalla ‘Lulu’ di Alan Berg, che già aveva eseguito alle finali e le ha garantito il terzo posto.Una magnifica esecuzione, nella quale i colori si fanno arditi, i fiati amplissimi  permettono di costruire atmosfere dai toni espressionistici ed una costruzione  complessiva di grande presa.  Una interprete di valore che sicuramente  troveremo presto nei principali  cartelloni internazionali.

 Mikhail Biryukov, classificato al secondo posto, propone ‘Vecchia Zimarra’.

Il basso-baritono russo  ha una voce dal colore caldo e suadente, una figura imponente ma statica ed una dizione che andrebbe migliorata.

Il brano scelto certamente non mette in risalto appieno le sue potenzialità e questo suggerisce l’opportunità di una riflessione sul repertorio da affrontare in questo momento della carriera.

 

 

Elizaveta Shuvalova, è la vincitrice del Premio SOI 2024.

‘Kto ti moi angel li khranitel ‘ da Evgenij Onegin, cantato con grande trasporto e coinvolgimento è il brano scelto per il gala.

Il soprano russo ha una ampia estensione, con note basse ambrate suggestive, acuti luminosi e taglienti,  una voce omogenea  ed una capacità interpretativa convincente e  di grande commozione.

 

La seconda parte vede la presenza preziosissima  sul palcoscenico di Fiorenza Cedolins e di Franco Vassallo.

Il  soprano cesella un  ‘Tu che m’hai preso il cuor’ da ‘ Il  paese del sorriso’ di grandissimo spessore.

L’aria, spesso appannaggio di soprano leggeri, si ammanta , grazie ad una voce ricca di  sfumature ed una capacità di scolpire ogni parola nel suo significato più profondo, di una struggente malinconia.

Tante le sensazioni che regala: la consapevolezza del significato del vero amore, la passione per la vita, il trasporto per l’arte , il coraggio della coerenza.

La voce è matura, ricca di armonici,  solidissima degli acuti, piena nel centro  e con un volume che in alcuni momenti copre senza difficoltà l’intera orchestra .

Alla fine la platea premia la grande interpretazione con un trionfale applauso ed autentiche acclamazioni.

 

Franco Vassallo , arrivato da Napoli dove ha sostituito un collega in ‘Luisa Miller’, irrompe in sala con un ‘Largo al factotum’  istrionico , che ipnotizza il pubblico.

Trent’anni di carriera sembrano non aver lasciato segno nella voce, che è ampia, piena, ricca di colori e sfumature. Gli acuti sono solidissimi, ostentati con soddisfazione e gli scioglilingua sono realmente pirotecnici.

Dopo la cerimonia di premiazione, Vassallo e Cedolins duettano un suggestivo ‘Tace il labbro’ che comincia ancor prima che le voci escano, grazie ai gesti, agli ammiccamenti, ai sorrisi che introducono con arguzia al brano.

Una lezione di dizione, musicalità, senso del teatro. Le voci si accarezzano sensuali, senza perdere peso e senza prevaricarsi, fino ad un bacio finale che fa sghignazzare il soprano  e chiude fra gli applausi più convinti una serata che è stata una grande e divertente festa della musica , 

 

 

Gianluca Macovez

9 giungo 2024

 

Udine, Teatro Giovanni da Udine, 7 giugno 2024

1° Concorso di Canto Lirico Virtuale SOI Scuola dell'Opera Italiana Fiorenza Cedolins

 5a edizione 2024 

Serata di gala

Con la partecipazione di 

Michele Cerullo 

Gagik Vardanyan 

Yutong Shen

Anna Graf 

Mikhail Biryukov 

Elizaveta Shuvalova 

 

Fiorenza Cedolins 

Franco Vassallo 

 

FVG orchestra diretta dal Maestro  Giuliano Carella 

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori