Venerdì, 20 Settembre 2019
$ £

Bologna, teatro delle Celebrazioni: "sarà agibile fra due settimane"

Bologna. La Casa di riposo per artisti Lyda Borelli, proprietaria dell'immobile che ospita in via Saragozza il teatro delle Celebrazioni, in una nota ha fatto sapere che la struttura del teatro dovrebbe tornare agibile  entro un paio di settimane.

Il teatro delle Celebrazioni, inagibile da fine gennaio, ha già provveduto a sospendere la messa in scena degli spettacoli in cartellone per infiltrazioni d'acqua che potrebbero portare alla caduta del controsoffitto. 

Nella nota diffusa dalla proprietà della struttura si legge:

«Il direttore dei lavori e tecnico di fiducia della Casa Borelli, ha confermato che entro un paio di settimane il teatro delle Celebrazioni potrà essere agibile, avendo la società Tecnopose Srl, incaricata dei lavori di ripristino, già risolto gran parte delle problematiche.

Malgrado le varie gestioni che si sono succedute negli anni - continua la nota - di cui alcune delle quali riconducibili al signor Ritella, siano state spesso morose e non abbiano effettuato la corretta manutenzione ordinaria, la Casa si è sempre attivata per effettuare tempestivamente le manutenzioni straordinarie non appena segnalata la necessità. Non corrisponde al vero, ma appare pretestuoso quanto affermato dallo stesso signor Ritella in merito al presunto disinteresse dimostrato dalla Fondazione a seguito del verificarsi delle infiltrazioni dal tetto dell’immobile. La Fondazione al contrario è da sempre presente ed attiva per risolvere le eventuali problematiche del teatro e anche nel caso di specie è intervenuta in prima battuta con il ripristino delle fessurazioni del tetto nel mese di novembre e, successivamente, in considerazione dell’urgenza, già il giorno successivo al verificarsi dell’evento».

Polemiche per il rimborso degli biglietti al quale hanno risposto i membri dello staff del teatro, che su Facebook scrivono: 

«Con rammarico notiamo che viene posta l’attenzione maggiormente sul lato economico rispetto alla necessita’ di tutelare l’incolumità degli spettatori. Sarebbe bene ricordare quanto accaduto al teatro Apollo di Londra qualche mese fa allorquando la galleria del medesimo teatro è crollata ferendo centinaia di spettatori. I toni e le accuse rivolte al nostro teatro le reputiamo offensive - continua il messaggio - infondate e per certi versi inaccettabili. Pur comprendendo i legittimi reclami riteniamo che l’accanimento riservatoci da una parte, seppur minoritaria e magari manovrata, del pubblico in merito alla drammatica situazione nella quale vertiamo, non giustificano comportamenti e diffamazioni che ledono tanto il buon nome del teatro quanto della gestione, che con il massimo impegno sta cercando di trovare soluzioni affinché il suo pubblico sia rispettato e tutelato. Non possiamo fare alcun tipo di comunicazione né avviare alcuna pratica di rimborso in quanto, con l'ordinanza comunale, l'intero stabile del Teatro è stato dichiarato inagibile».

 

E. F.

 

18 febbraio 2014

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori