Giovedì, 29 Febbraio 2024
$ £

Dal 9 al 18 gennaio al Teatro Argentina di Roma debutta in prima nazionale GO DOWN, MOSES di Romeo Castellucci, una riflessione sui differenti momenti della vita di Mosè, così come ci vengono narrati nel libro dell’Esodo. 

Nelle vicende di quest’uomo vi è qualcosa che inerisce la sostanza del nostro tempo. Come nel Mosè di Michelangelo – descritto nelle pagine che Freud ha dedicato a quest’opera – il profeta del monoteismo è presentato come un uomo che reagisce di fronte alle difficoltà che questo Dio, senza nome e senza immagine, gli pone innanzi: l’abbandono del suo corpo neonato nelle acque del Nilo; il mistero del roveto ardente, dove si manifesta nel kabod l’abbacinante e terribile splendore della gloria di YHWH; i quaranta giorni passati sul monte Sinai, dove riceve le tavole della legge; e infine la scoperta, al suo ritorno, del vitello d’oro eretto dal suo popolo per essere adorato.

Add a comment

La Stagione di Progetti 14-15 del Teatro di Roma continua con il programma di attività e spettacoli del progetto ROMA PER EDUARDO, l’immersione nella lezione e nell’opera del grande maestro del nostro teatro, che Fausto Russo Alesi restituisce il 3 gennaio (ore 19) e il 4 gennaio (ore 17) sul palcoscenico del Teatro Argentina in una nuova originale e inattesa interpretazione di NATALE IN CASA CUPIELLO. 

Add a comment

La Compagnia dei giovani del Teatro Vascello, adatta in modo originale la fiaba di J. M. Barrie divertendosi ad introdurre speciali effetti scenografici per rendere più suggestiva ed avvincente la storia, rendendo la trama più efficace e divertente. Lo spettacolo si avvale di coreografie e canzoni che gli attori eseguono dal vivo. La regia fresca e nuova permette di coinvolgere non solo i bambini ma anche gli adulti in un divertimento teatrale dove il lavoro sul corpo dell'attore è il vero protagonista.

Add a comment

Un nuovo spettacolo di Andrea Rivera che unisce teatro, canto, video, improvvisazione, satira, ed un altro grande protagonista: il pubblico partecipante.

Andrea Rivera  torna ad interpretare  le dinamiche sociali con il suo tipico sguardo attento ed irriverente e con ironia sferzante, sperimentando una  comunicazione  in grado di stimolare la riflessione sulla quotidianità. 

Rivera imbraccerà una chitarra e darà voce ai suoi testi da moderno cantastorie e stornellatore, affiancato dal musicista Matteo D’Incà (chitarra elettrica, acustica e mandolino), in un particolarissimo esempio di teatro canzone-video in evoluzione continua. Un ritmo serrato fra giochi di parole esilaranti e l’arte di una satira completamente improvvisata, che esprime al massimo la creatività, l’energia propositiva e la sua capacità di coinvolgere, in un  turbinio di denunce al limite dell’invettiva. 

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori