Lunedì, 04 Marzo 2024
$ £

Il secolo greve è l’era di Donald Trump, dei nazionalismi europei e dei partiti anti-qualcosa, il secolo social e «populista» che mette in questione l’assodato e afferma l’indicibile. Ma se la politica grossolana mostra i segni anticipatori di un Occidente meno equo, meno libero e meno giusto, concentrarsi su di essa, come ormai d’abitudine, restituisce soltanto l’immagine di un sistema impazzito e incomprensibile.
Dagli Stati Uniti all’Europa Mattia Ferraresi rintraccia invece i segni più profondi del cambiamento, rifiutando ogni semplificazione sulle tracce del tarlo che sta erodendo istituzioni e liturgie delle democrazie liberali, e con esse le nostre sicurezze.

Add a comment

Fare l’appello delle persone che abbiamo incontrato nella nostra vita, capire in quale senso sono state importanti e perché hanno lasciato un marchio indelebile: l’insegnante protagonista di questo romanzo compie un gesto consapevolmente rischioso che tuttavia lui sente necessario, quasi ineludibile. Ad accompagnarlo nell’impresa, con l’ingenua volontà di proteggerlo, per fortuna c’è Ottavio, suo ex alunno ripetente che si esprime soltanto in romanesco.

Add a comment

Antonio Polito torna ad affrontare il tema cruciale dell’essere genitori oggi, interrogandosi a partire dalle cronache quotidiane di disagio e fragilità, spesso associate a violenza e perdita di senso, e a riflettere su un mondo, quello dei giovani, che crediamo di conoscere e stentiamo a capire. Servirebbe una Santa Alleanza tra genitori, insegnanti, media, intellettuali, idoli pop, stelle dello sport, per rilanciare il tema dell'educazione come la prima e vera emergenza nazionale... – racconta – e sottoporre a una critica di massa la cultura del narcisismo.

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori