Mercoledì, 30 Novembre 2022
$ £

“Una consorteria perversa e malintenzionata che manovra nell’ombra e conta più affiliati di una religione decreta una guerra implacabile”  e agisce per cancellare la figura e la memoria del “Mozart argentino” Rodolfo Zanni (1901- 1927), uno dei più misconosciuti e dicono più grandi compositori e direttori di orchestra argentini del primo novecento. 

Il mistero della morte e della scomparsa delle sue opere intriga. 

La storia su cui si incentra il romanzo è vera, documentata ed  incredibile.  

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori