Lunedì, 27 Giugno 2022
$ £

Una promessa può devastare l’anima umana. Se poi quest’anima è imprevedibile come il moto del mare, allora, l’unico modo per far sì che venga percorsa la giusta rotta è affrontare quegli imperscrutabili abissi che alimentano quelle sensazioni chiamate sentimenti.

Ellida, la donna del mare del dramma scritto a fine ’800 dal norvegese Herrik Ibsen, ad un certo punto della sua vita si ritrova proprio a fare i conti con i misteri del mare, specchio dei fantasmi che aleggiano nel suo animo. Ellida è sposata, in seconde nozze, con il dott. Wangel, le due figlie di lui (avute dal precedente matrimonio) non l’hanno però mai accettata ed il paese sui fiordi in cui vive è lontano da quel mare aperto al quale lei si sente così legata. Non a caso tutti la conoscono come la donna del mare, proprio per via di questo rapporto sincretico che vige fra lei e il mare.

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori