Mercoledì, 23 Ottobre 2019
$ £

Recensione dello spettacolo Manon andato in scena al Teatro Costanzi dal 25 al 31 maggio 2018

 

La danza comincia ove la parola si arresta. Così, descrivere quella creazione di sculture umane, visibili solo per un istante, in quell’attimo in sospeso tra la perfezione e la bellezza non è mai compito facile.
Ecco perché per la Manon di Kenneth MacMillan non servono troppe parole. Prima si danza, poi si pensa: è questo l’ordine naturale delle cose. Far danzare i propri pensieri sulle note sublimi della musica Jules Massenet, diretta con sapienza dal maestro Martin Yates rischia di essere esperimento tanto piacevole da perdersi tra sensazioni, immagini e piccoli attimi. Insomma non si sa davvero da dove partire.

Add a comment

Kenneth MacMillan, una delle maggiori figure del balletto del dopoguerra - celebrato proprio lo scorso autunno a Londra in occasione dei venticinque anni dalla sua morte – è al Teatro Costanzi nel 1965 e nel 1982 con il suo Romeo e Giulietta, interpretato dal Royal Ballet di Londra. Oggi viene omaggiato e interpretato dal Balletto del Teatro dell’Opera di Roma con la sua Manon, cameo entrato nel repertorio di ben trentatré compagnie. Sarà interpretato dall’étoile, dai primi ballerini, dai solisti e dal Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma ed eccezionalmente dall’étoile dell’Opéra di Parigi e Direttrice del Ballo Eleonora Abbagnato nel ruolo di Manon, dall’étoile ospite Friedemann Vogel nel ruolo di Des Grieux, e dall’étoile de l’Opéra di Parigi e assistente alla Direzione del Balletto del Teatro dell’Opera di Roma, Benjamin Pech nel ruolo di Monsieur G.M.

Add a comment

Mercoledì 23 e Giovedì 24 maggio alle ore 21 lo Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro, per il ciclo “Armonie e Suoni”, ospita Complicidades, Tango & Flamenco, spettacolo dedicato alle musiche e ai suoni delle immortali danze di tango e flamenco, interpretati dal vivo dal duo Marcelo Mercadante (bandoneón)e Juan Exteban Cuacci (pianoforte), a cui si aggiunge la voce di Inma "La Carbonera”.

Add a comment

Al Teatro degli Eroi il 18,19,20, 25,26 e 27 maggio andrà in scena uno spettacolo esclusivo fatto di danza e teatro, immagini e suggestioni, atmosfere sonore e visive, in un’elaborazione di forme e giochi di specchi capaci di coinvolgere lo spettatore ad incontrare l’artista che ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’arte mondiale: Pablo Picasso. Protagonista assoluto della pittura del XX secolo, ma anche un uomo pieno di contraddizioni, è colui che crea la sua arte come specchio fedele della sua realtà quotidiana. Ad interpretarlo sarà il Primo Ballerino Davide Nardi considerato ad oggi uno tra i danzatori italiani più carismatici, grazie alla sua versatilità, l’ottima padronanza della tecnica e per le sue spiccate doti interpretative.

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori