Sabato, 16 Febbraio 2019
$ £

Fin dal suo esordio, Chiara Gamberale è piaciuta. Leggendo i suoi libri si avverte una fresca tristezza che si confonde ad un sottilissimo cinismo.

In Arrivano i pagliacci, edito da Bompiani nel 2002, la protagonista, Allegra Lunare (nome che rende il tutto più interessante) scrive una lettera (lunga quanto tutta l’opera) ai futuri inquilini della casa che sta per lasciare.

Add a comment

Si immagini di conoscere per caso uno scrittore, dopo pochi veloci secondi lui è l’uomo che ci trasforma perché le parole lette si sono collocate nell’anima e i vaghi subbugli di pensieri sono ormai percettivi e sensoriali: li riconosci, li senti e ne spieghi vagamente l’esistenza.

Ad Antonio Tabucchi è successo questo quando a Parigi, per caso, ha scoperto Fernando Pessoa. 

Add a comment

“Una consorteria perversa e malintenzionata che manovra nell’ombra e conta più affiliati di una religione decreta una guerra implacabile”  e agisce per cancellare la figura e la memoria del “Mozart argentino” Rodolfo Zanni (1901- 1927), uno dei più misconosciuti e dicono più grandi compositori e direttori di orchestra argentini del primo novecento. 

Il mistero della morte e della scomparsa delle sue opere intriga. 

La storia su cui si incentra il romanzo è vera, documentata ed  incredibile.  

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori