Mercoledì, 17 Luglio 2024
$ £

Questa settimana il mondo si è fermato per un evento di costume che, dal 1951, prosegue ininterrotto il suo percorso: il Festival della canzone italiana, meglio noto come Festival di Sanremo. Odiato, amato, seguito, snobbato, ma comunque tra i più longevi eventi dello spettacolo italiano del dopoguerra; ha visto non tantissimi film dedicati a lui e al suo mondo. La maggior parte di questi appartengono alla categoria dei “musicarelli”, cioè un genere che, attraverso una trama fittizia tenuta da attori importanti, usavano cantanti allora di moda, le cui canzoni dell’ultimo album facevano da sfondo alla trama. Pensiamo a Gianni Morandi e il suo “Non son degno di te”: nel ’65 ne venne girato un film! E proprio a questo genere appartiene la pellicola nota come Destinazione Sanremo del 1959, diretto da Domenico Paolella.

Un treno che sta portando degli spettatori alla nona edizione del Festival di Sanremo nell’omonima città viene bloccato in una sperduta stazione di un paese di montagna. Rassegnati, decidono di vedere tutto dalla tv della stazione e vivranno vicissitudini sia amorose, come quella di Anna e Nino; sia comiche, come quella dello zio capostazione di Nino con un’anziana vedova.

Add a comment

Questa settimana, il 29 gennaio, si è spenta a 90 anni Sandra Milo, una delle più storiche e spumeggianti interpreti del Cinema Italiano del secolo scorso. Diretta da personalità come Steno, Rossellini, Pietrangeli, Bolognini, Salce, Risi e Salvatores; recitò accanto a Alberto Sordi, Marcello Mastroianni, Vittorio De Sica, Totò, Eduardo de Filippo, Vittorio Gassman, Enrico Maria Salerno, Fernandel e – tra più recenti – Vincenzo Salemme, Diego Abatantuono, Sergio Castellitto. Sandra Milo è però ricordata per la sua collaborazione con uno dei più grandi registi italiani, cioè Federico Fellini. Tra questi uno dei più noti è Giulietta degli spiriti del 1965.

Add a comment

Arriva al cinema l'opera prima del regista partenopeo Diego Santangelo'A MUZZARELL' con Martina Varriale, Daniele Aiello, Pietro Juliano, Francesco Verde, Anna Marigliano, Elvira Pinto, Justin Mauriello, Angela Solla, Mariano Montesano, Gennaro CicaleAnna Palladino e Nicandro Barone musiche di Adriano Pennino e Partenope.

 

Il film, prodotto dalla Santangelo Media Studios, con il supporto del Ministero della Cultura e del Festival Corto Flegreo e con il patrocinio del Parco Archeologico dei Campi Flegrei e del Comune di Pozzuoli, arriverà in sala a partire dal 15 febbraio 

Add a comment

Il 25 gennaio del 1961 le sale cinematografiche americane videro la prima del 17° lungometraggio animato firmato Walt Disney, “La carica dei 101”, liberamente ispirato dall’omonimo romanzo di Dodie Smith e destinato a diventare un Cult, nonché a rivoluzionare il mondo dell’animazione.

Nella Londra del finire degli anni ’50 in cane dalmata Pongo vive in un appartamento insieme al suo padrone Rudy. Vita monotona, senza entusiasmi, passata a vedere l’umano fumare la sua pipa o ascoltarlo mentre compone al piano. Occorre trovare delle compagne, per sé e per Rudy. Una mattina il dalmata si accorge della coppia perfetta: la giovane Anita e la sua dalmata Peggy. Abbaiando e creando le giuste occasioni, Pongo riesce nel suo intento: le due coppie si incontrano e nello stesso giorno, ridono insieme, finendo per frequentarsi e sposarsi.

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori