Sabato, 04 Febbraio 2023
$ £

#andiamoateatro

 DSC1349 m

Chi è Paolo Fosso e come nasce la sua passione per gli scacchi?

“Chi è Paolo Fosso”, forse è la domanda più difficile cui rispondere in Assoluto, come - credo - per ciascuno di noi. Lo dico sorridendo. Al di là delle note biografiche (le esperienze professionali come attore e autore al cinema, teatro, televisione; degli studi e di un’esperienza come avvocato; della vita familiare, sposato e con due meravigliose figlie già più che adolescenti; al di là di alcuni Hobbies (la pipa, la storia, la letteratura, appunto gli scacchi) mi vedo costretto a dire che ancora non ho ben capito “Ch’io mi sia” come avrebbe detto Ippolito Nievo. Diciamo che sono un uomo che vive di passioni assolute ed in continua ricerca. Di me stesso, prima di tutto. Ma anche un uomo con un “vizio assurdo”: quello della curiosità per la Vita, per le persone, per le storie e gli incontri che la Vita stessa, a piene mani, dona ad ogni passo.

#andiamoateatro



 

Come nasce il gruppo INDIGENA? Da dove deriva e cosa rappresenta il suo nome?

INDIGENA nasce a Padova nel 2011 da un ristretto gruppo di artisti già formati, legati da esperienze, esigenze ed estetiche simili.
Rispetto alle altre interessanti realtà teatrali indipendenti del territorio Padova-Venezia (Babilonia Teatri, Teatro Bresci, etc.), in termini puramente anagrafici, siamo un po' come i loro fratelli più grandi...
Il nome Indigena fu proposto dal regista Stefano Pagin perché aveva una debolezza per le parole che contenessero "Ind" e aveva chiamato appunto Indigena un suo spettacolo su Marghera, città creata ex novo dove nessuno degli abitanti poteva dirsi "indigeno".

#andiamoateatro

Enrico Guarneri nasce geometra ma poi diventa grande attore di successo...come ha scoperto il suo talento (naturale) e come il teatro è diventato parte predominante della sua vita?

Il mio talento l'ho scoperto da giovane, quando degli amici che avevano messo su una compagnia teatrale nel mio paese, che è vicinissimo a Catania, mi invitarono a partecipare. Da lì è cominciato questo percorso che inizialmente voleva essere solo un passatempo, uno sfogo con insita la curiosità di conoscere cosa fosse il Teatro, poi col passare del tempo è diventato un vero e proprio lavoro di ricerca.

#andiamoateatro



Da dove salta fuori Gabriele Linari?

Dal cilindro del palco, direttamente. Ho iniziato al Liceo Aristofane, lavorando subito con dei professionisti, con il regista Giovanni Nardoni. Poi nel 2000 qualcosa si è rotto e ho sentito il bisogno di cercare altro. Mi sono messo in proprio e ho fondato la Compagnia LABit.

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori