Lunedì, 03 Ottobre 2022
$ £

Si terrà da giovedì 15 a lunedì 19 settembre, al Teatro Elfo Puccini di Milano la prima edizione di Hystrio Festival, nuovo progetto interamente dedicato alla scena italiana under 35. 

Sei gli spettacoli in programma, frutto della selezione effettuata dai critici e studiosi attivi sul territorio nazionale che, da trent’anni, monitorano la giovane scena italiana sia sulle pagine di Hystrio, sia attraverso il Premio Hystrio, da sempre votato allo scouting dei talenti e al ricambio generazionale in ambito teatrale. Al programma degli spettacoli si affiancheranno quattro letture sceniche curate da Tindaro Granata, per Situazione Drammatica, nell’ambito del Progetto Il Copione per la promozione della drammaturgia contemporanea. Create sul modello dei table read di matrice anglosassone, sono un’opportunità d’incontro tra autori, attori e pubblico per svelare le dinamiche che portano alla messinscena di un testo. Gli spettatori, dotati del copione, seguiranno la lettura degli attori, con i quali, insieme all’autore, parteciperanno a un dibattito sul testo e sulla sua messinscena. Arricchiscono il cartellone le fasi finali le azioni del Premio Hystrio 2022: le audizioni dei 40 attori under 30 finalisti del Premio Hystrio alla Vocazione davanti a una giuria di registi e direttori di teatri e la mise en espace del testo vincitore del Premio Hystrio Scritture di Scena 2022 (Paesaggio estivo con allocco che ascolta di Matteo Caniglia, regia di Sabrina Sinatti). A conclusione di tutti gli eventi, il 19 settembre, la serata delle premiazioni con il brindisi finale: una vera festa del teatro per ritrovarsi insieme ad applaudire gli artisti già affermati e i giovani al loro esordio.

Add a comment

Si apre con “Il corpo delle donne come campo di battaglia” e si chiude con il concerto di Patty Pravo. Teatro esperienziale e Teatro a pedali tra gli appuntamenti del main stage. Todi Off rilancia con Fortezza Bastiani.
 
“Il Todi Festival - afferma il Direttore Artistico Eugenio Guarducci - è un progetto che ci sorprende sempre per la sua capacità di riuscire a dialogare in modo armonico con tante espressioni artistiche e culturali, componendo un grande puzzle colorato di mille sfumature. Non trovo che il merito sia di qualcuno in particolare se non di una Città come Todi che favorisce la costruzione di un ambiente fertile capace di ascoltare e di dare spazio a chi ha già dimostrato il suo talento ma anche a tutti coloro che il proprio talento devono ancora vederselo riconosciuto”.
 
Un dialogo costante tra tradizione e innovazione perfettamente rappresentati nel Manifesto di quest’anno. È infatti Fabrizio Plessi a firmare l’immagine che accompagnerà la promozione e lo svolgimento della XXXVI edizione. Add a comment

 

Attraversamenti Multipli 2022 reclama lo spazio pubblico, lo rende elastico, attraversabile. 

Articola una dimensione partecipata che tiene al centro l’idea di bene comune.

Gli spazi urbani in cui il festival agisce diventano rizomatici e includenti, linkabili alle forme di vita che si muovono e crescono con noi ed attorno a noi.

Attraversamenti Multipli 2022 si propone come un dispositivo partecipativo e come uno spazio vitale di relazione. Un human landscape creato dai corpi che si incontrano, dagli sguardi che si incrociano e dalla condivisione di spazi / pensieri / azioni.

Per Attraversamenti Multipli 2022 interfacciare con lo spazio pubblico significa abitare “un luogo capace di offrirci la possibilità di una prospettiva radicale da cui guardare, creare, immaginare alternative e nuovi mondi…   uno spazio che rende possibili e favorisce prospettive diverse e in continuo cambiamento, uno spazio in cui si scoprono nuovi modi di vedere la realtà, le frontiere della differenza.” (bell hooks)

Attraversamenti Multipli crea relazioni inconsuete tra le arti performative contemporanee,  spazi rigenerati /  luoghi protagonisti di processi di trasformazione del tessuto urbano e gli spettatori.
Si pone in stretta connessione con il contesto in cui si sviluppa coinvolgendo reti ed energie locali in un’ottica local / global. Ama muoversi sulle linee di confine tra differenti codici artistici e nelle zone di prossimità tra arte e vita.

Add a comment

Dal 3 al 7 gennaio, nella cornice del Teatro India di Roma, si svolgerà la XV edizione del Festival Contaminazioni, rassegna dedicata alla sperimentazione scenica, in cui gli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico potranno mettersi in gioco con spettacoli diretti e prodotti da loro.

Oltre alla messa in scena dei lavori selezionati per il Festival, le giornate saranno intervallate con interviste e dialoghi con personalità di spicco del mondo, del teatro, protagonisti degli incontri saranno Alessandro Serra, Carrozzeria Orfeo e Gabriele Lavia. 

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori