Venerdì, 22 Novembre 2019
$ £

Recensione della mostra Geometrie impossibili presso i Musei di San Salvatore in Lauro di Roma dal 18 giugno al 27 luglio 2019

 

Eleganza: è questo l’imperativo, la parola d’ordine che ha caratterizzato l’inaugurazione della mostra personale dedicata ad Achille Perilli nei musei di San Salvatore in Lauro di Roma. L’antico chiostro, situato alle spalle di Piazza Navona e trasformato in museo, è uno sfondo raffinato. Reso ancora più suggestivo dalle candele posizionate, dentro parallelepipedi di vetro, sull’uscio delle stanze adibite ad accogliere le opere più recenti dell’artista contemporaneo.

Add a comment

Installazioni sonore d’arte, opere scultoreo-musicali, concerti, perfomance, incontri con il pubblico, masterclass. La nuova edizione del Festival ArteScienza organizzato dal CRM - Centro Ricerche Musicali animerà anche quest’anno la capitale dal 2 all’8 luglio e dal 12 al 30 settembre.

L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

 

Il Goethe-Institut Rom, il MACRO Asilo, l’Accademia di Spagna, il Teatro Vascello, l’Auditorium Parco della musica e l’innovativo spazio del FGTecnopolo – Parco Tecnologico Tiburtino ospiteranno la ricca programmazione del Festival, quest’anno dal titolo “interattivo adattivo”.  Si pone così l’attenzione su un aspetto della fruizione dell’opera d’arte per cui il CRM è tra i Centri europei che hanno dato il maggior contributo alla ricerca e alla creazione di forme d’arte interattive e adattive. Se il concetto di interattività può essere noto, diverso è per l’adattivo: “Un’opera adattiva riceve e/o percepisce gli stimoli provenienti dall’esterno e modifica il proprio stato, le sue risposte in modo non prevedibile o parzialmente prevedibile – spiegano i due curatori del Festival Laura Bianchini e Michelangelo Lupone-. Il fruitore riceverà risposte che tengono conto non solo della sua azione attuale, ma anche della successione delle precedenti azioni e dell’intero contesto ambientale”.

 

Add a comment

Fino a sabato 13 luglio presso il PAN – Palazzo delle Arti di Napoli si può ammirare la mostra di Elio Waschimps resa possibile grazie all’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, l’esposizione si iscrive in un percorso, che lo stesso Assessorato ha avviato, volto a dare spazio e visibilità all’opera delle avanguardie artistiche napoletane, dei protagonisti della scena dell’arte a Napoli nel ‘900 ed in questi primi decenni del secolo nuovo. Un vero e proprio progetto volto a valorizzare questa produzione artistica ed a creare occasioni di conoscenza e di studio. Nell’ambito della progressiva riscoperta delle scuole del Novecento Italiano, appare necessario oggi, in un momento di particolare vivacità dell’ambiente culturale napoletano e nel quale, per altro si è fatta sempre più viva l’attenzione verso la città, approfondire l’analisi di questo straordinario periodo artistico in ambito partenopeo, riproponendolo all’attenzione dello scenario critico nazionale. La mostra, di impostazione monografica, ed il catalogo saranno curati da Editori Paparo in collaborazione con Mario Franco e con redattori e cultori di arte contemporanea napoletana.

Add a comment

David Bowie vive ancora. Quell’alieno caduto sulla Terra, come accaduto nel film “L’uomo che cadde sulla terra”, diretto da Nicolas Roeg nel 1976, ci guarda dallo spazio, e sprigiona ancora forza e vita attraverso la sua musica e la sua poesia.

“Sebbene sia lontano più di centomila miglia, mi sento molto tranquillo, e penso che la mia astronave sappia dove andare. Dite a mia moglie che la amo tanto, lei lo sa”. Queste parole sono tratte da “Space Oddity”, uno dei capolavori di David Bowie, pubblicata nel luglio del 1969. Il brano racconta di un astronauta che sta per avvicinarsi alla luna e che, durante la famosa passeggiata spaziale, si trova spaesato, ma sereno, di fronte all’immensità che ha di fronte. Questa canzone fu pubblicata sulla scia degli avvenimenti che stavano accadendo in quel periodo: non solo il primo uomo sulla luna, ma anche l’uscita del film “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick.

Add a comment

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori