Sabato, 16 Febbraio 2019
$ £

#segnalazione

 

 

Una visita ad Auditorium “spento” e con il telefonino acceso per condividere sui social network foto ed emozioni di una mattinata nel complesso multifunzionale progettato da Renzo Piano. È l’evento “#ILOVEAUDITORIUM, innamorati del Parco della Musica” a cui parteciperanno gratuitamente domenica, dalle ore 10.00, circa 150 persone, convocate esclusivamente attraverso i social network.

#segnalazione

Per la prima volta il teatro si apre al dibattito su di una materia di fondamentale importanza civile e sociale. Per la prima volta il prestigioso palcoscenico del Teatro Eliseo diventa luogo deputato per un sereno confronto sul complesso e delicato problema della fecondazione eterologa e maternità surrogata, ovvero il cosiddetto utero in affitto. Un problema dilagato nella cronaca quotidiana a livello non solo nazionale, bensì mondiale.

Lunedì 18 gennaio si è tenuta, nella Sala Grigia del Teatro Costanzi di Roma alla presenza del Sovrintendente Carlo Fuortes , del direttore artistico Alessio Vlad, il Maestro Alejo Pérez, della regista Emma Dante e del cast dell’opera, la conferenza stampa di presentazione de La Cenerentola di Gioacchino Rossini.

Ha aperto la conferenza stampa il Sovrintendente Carlo Fuortes che ha sottolineato come " Tutte le opere sono un lavoro corale ma 'questo' in particolare". Ha continuato poi esponendo come "con La Cenerentola il Teatro dell'Opera apre il suo progetto "Rossini a Roma 200 anni dopo" col quale abbiamo inteso fare un grande omaggio al compositore che 200 anni fa stava lavorando al Barbiere di Siviglia che debuttò il 20 febbraio 1816 al Teatro Argentina, 10 mesi dopo, il 25 gennaio 1817 presentava La Cenerentola al Teatro Valle; due delle sue opere più straordinarie prodotte nell'arco di un anno proprio qui a Roma, e pensando che ci fossero tutti i presupposti per consacrare questa cosa a 200 anni di distanza,abbiamo pensato di promuovere questa iniziativa.

#andiamoateatro

Cari lettori,

esattamente un anno fa, il 6 gennaio 2015 alle ore 17:00 veniva distribuito a largo di Torre Argentina il primo numero de La Platea. In dodici mesi molte cose sono cambiate, grazie a due costanti: il vostro sostegno ed il nostro impegno nel servivi un giornale di sempre maggior qualità. 

Abbiamo cominciato questa avventura con un obbiettivo ben determinato e chiaro: fornire ai lettori di Roma e provincia un giornale di cultura teatrale, in grado di parlare del teatro con un linguaggio accessibile a tutti e capace di dare un'idea di ciò che si può vedere nei teatri della Capitale.  

 La Platea, la rivista dedicata al mondo del teatro e dell'arte. Registrata al Tribunale di Roma, n° 262 del 27 novembre 2014
 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli sconti sugli spettacoli teatrali riservati ai nostri lettori